Atp, sciopero di 4 ore e protesta davanti al Consiglio regionale

IMG_20151027_121853

Una cinquantina di lavoratori Atp questa mattina si è data appuntamento davanti alla sede del Consiglio regionale ligure per chiedere alla Regione di salvare l’azienda di trasporto pubblico provinciale dal baratro. “A due anni dal concordato che abbiamo pagato con la decurtazione dei nostri stipendi – racconta Andrea Ramazzotti, delegato Atp per Usb – siamo di nuovo da capo. Il nostro stipendio reste sempre tagliato del 30 per cento e i servizi sono già ridotti all’osso. Il problema, però, è che adesso manca anche quel milione e 400 mila euro che servirebbe per pagare questi pochi soldi. La Città Metropolitana non li ha. Ma per un servizio decente ce ne vorrebbe almeno il doppio”. I lavoratori, che oggi hanno scioperato 4 ore, chiedono alla Regione Liguria di modificare la legge regionale di riforma del tpl e – si legge in una nota sindacal dell’Usb -“di assolvere al suo impegno formale, garantendo alla Città Metropolitana le risorse per la continuità del servizio”. Insomma Atp è di nuovo di fronte a un baratro, che rischia di diventare un’emergenza occupazionale per i suoi lavoratori e un’emergenza sociale per gli utenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: