Cosa fare a Genova 

Fine settimana al Galata Museo del Mare


Fine settimana al Galata Museo del Mare: visite libere alla Sala Porto di Genova e Cristoforo Colombo e visita guidata, sabato alle 15, alla mostra Mare Monstrum. Al Bookshop Bussola delle Idee (atrio), corner dedicato con idee e letture “terrificanti”.Anche quest’anno il Galata Museo del Mare festeggia Colombo e la scoperta dell’America aprendo al pubblico gratuitamente la Sala Porto di Genova e Cristoforo Colombo. Sabato e domenica 10 e 11 ottobre dalle 10 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.30). Sabato 10 alle 15 – senza prenotazione e nell’ambito delle iniziative collaterali alla mostra – è prevista una visita guidata alla mostra “Mare Monstrum. L’immaginario del mare tra meraviglia e paura”, visitabile fino al 10 gennaio 20016 lungo il percorso espositivo. Al Bookshop Bussola delle Idee (atrio), corner dedicato con idee e letture “terrificanti”.

SALA PORTO DI GENOVA E CRISTOFORO COLOMBO

Le due aree, attraverso tecnologie avanzate in linea con lo stile del Galata Museo del Mare, svelano la storia, aneddoti e curiosità sul porto di Genova, con i suoi 1500 anni di storia, e sullo scopritore dell’America, di cui il Galata ospita il famoso ritratto, attribuito al Ghirlandaio, diventato la rappresentazione più nota del volto di Colombo.

Un tavolo touch screen di grandi dimensioni mostra Genova medievale così come rappresentata nel famoso dipinto di Cristoforo de Grassi; oggetti, documenti e testi originali, tra cui spicca il prezioso Codice dei Privilegi di Cristoforo Colombo, sono affiancati da video e audio riprodotti in lingue antiche; riproduzioni virtuali di documenti conservati in Museo e in altre sedi culturali locali e nazionali, una selezione di documenti originali da approfondire attraverso la lettura del QR CODE con il proprio smartphone o tablet, completano in maniera innovativa, esaustiva e divertente le novità del percorso del Galata.

EVENTI COLLATERALI ALLA MOSTRA MARE MONSTRUM

Fino al 19 dicembre 3 mesi di eventi collaterali: ogni sabato alle 15, senza prenotazione, visite guidate incluse nel biglietto d’ingresso al museo; domenica 25 ottobre alle 17.00 letture “da paura” presso il bookshop del Museo; sabato 31 ottobre dalle 17.00 alle 23.00 speciale evento Halloween; giovedì 15 ottobre alle 17.00 al Galata e giovedì 19 novembre alle 18.00 al Museo di Storia Naturale, due conferenze aperte al pubblico sul tema delle navi fantasma e sui mostri marini tenute rispettivamente dal Prof. Giancarlo Costa, scrittore e co-curatore della mostra e il Dott. Antonio di Natale, biologo e Presidente della Fondazione Acquario di Genova; giovedì 29 ottobre alle 18.00 speciale conferenza inclusa nel Festival della Scienza, tenuta dal Prof. Federico Boni, docente universitario e co-curatore della mostra.

Al termine di ogni conferenza (tranne quella al Museo di Storia Naturale) sarà possibile visitare gratuitamente la mostra fino alle ore 21.00. Piatti “mostruosi” al Galata Caffè (1° piano del Museo) e corner dedicato con idee e letture “terrificanti” al Bookshop Bussola delle Idee (atrio).

LA MOSTRA IN BREVE

Il progetto, promosso dal Mu.MA e curato da Franca Acerenza, Federico Boni, Pierangelo Campodonico, Giancarlo Costa, Paola Marelli, Elio Micco e Valeria Salaris, tratta i vari aspetti mostruosi del mare grazie agli apporti e alla collaborazione di Biblioteche e Musei genovesi in qualità di prestatori di opere, libri e reperti.

La mostra è allestita tra il 1° e il 2° piano del Galata e si articola in tre aree tematiche: l’orrore nel mare; l’orrore del mare; l’orrore dal mare. Sviluppata in sei sale, Mare Monstrum esplora l’orrore e la meraviglia legati all’ambiente del mare così come sono stati immaginati e rappresentati in diverse epoche, culture e società. Il percorso guida i visitatori attraverso un viaggio nell’affascinante e il misterioso, tra meraviglia e terrore, incanto e orrore; un itinerario che si snoda tra creature degli abissi e navi fantasma, resoconti di viaggi nell’ignoto, gorghi paurosi e oceani spettrali, tecnologie per la navigazione infestate dai fantasmi, onde digitali solcate dai nuovi pirati informatici, finte sirene esibite nei circhi e nei freak shows, mummie maledette, per arrivare ai fantasmi degli schiavi e alle orde dei morti viventi.

Il tutto visto e osservato attraverso le lenti spesso deformanti della cultura “alta” e di quella “pop”, delle arti e della letteratura, del cinema e dei fumetti, in un caleidoscopio dove a capolavori dell’arte e dell’artigianato si affiancano oggetti della nostra vita quotidiana.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: