Boero e il linguaggio dei colori al Festival della comunicazione

tAATQHQnt0gsIwYlGauOZT0_81C9j9Stq6glV1ySczSdSUyVyclAUmc43juNBFxIIuhUVA4fTTNnItwL2BIhex8wanH_y1qO2OG96pb3xPOXsy848qTt6qIn_RQS7cWSzC2ZP7G1QXTAu8VbswUJUjK7Ddx5OirlekYqymZtZj5V8mdhj8TOBbKtkT8qemWGykUdb5-Y52xIpZSC

Al Festival della Comunicazione la storica azienda genovese che ha firmato il “Piano del colore” di Camogli racconta come attraverso i colori si trasmettano messaggi, stati d’animo ed emozioni. Nel cuore del parco naturale regionale di Portofino, nella riviera ligure di levante a pochi chilometri ad est di Genova, Camogli spicca per la presenza di edifici colorati che si affacciano sulla spiaggia. I colori e le linee più chiare orizzontali, dette marcapiano, servivano ai marinai e pescatori camogliesi per riconoscere più facilmente la propria abitazione al ritorno dal mare. La maggior parte degli edifici sono nati da un susseguirsi di aggiunte e modifiche nel corso dei secoli dovute alla nascita di un figlio o da quanto ricavato da un lungo imbarco. Anche solo singole stanze sono andate a modificare l’aspetto dei palazzi e del borgo stesso fino ad arrivare allo scenario attuale che la rende così caratteristica. A Camogli il colore è sempre stato immediato veicolo di comunicazione e per mantenere i suoi colori originali il Comune si è avvalso per il nuovo “Piano del Colore” della esperienza di BOERO – azienda italiana specializzata dal 1831 in prodotti vernicianti di alta qualità con all’attivo più di cento progetti di riqualificazione su tutto il territorio nazionale dalle Cinque Terre alla Costiera Amalfitana.
Così Boero torna con piacere dal 10 al 13 settembre nella splendida cittadina del Golfo Paradiso come orgogliosa sostenitrice della seconda edizione del Festival della Comunicazione, dedicato quest’anno ad uno dei suoi aspetti più importanti: il linguaggio. Ciascuno degli ospiti declinerà il macro tema da una prospettiva diversa offrendo sguardi inediti e spunti di riflessione. Si parlerà dei cambiamenti nel linguaggio degli italiani, dalla politica all’architettura, dalla TV al cinema alla musica, dall’economia alla divulgazione scientifica, dai social network all’alimentazione. Perché pur cambiando i modi, i mezzi e i tempi del comunicare non smetteremo mai di parlare e interagire con gli altri. E il colore, che per BOERO è una vera e propria missione, rappresenta uno dei migliori mezzi per veicolare messaggi, stati d’animo, emozioni.

Leader in Italia nel mercato dei prodotti vernicianti per i settori edilizia, yachting e navale, Boero è un punto di riferimento per architetti e professionisti del colore. Nello stand allestito sulla passeggiata viene presentata la linea Painting Natural, la nuova gamma di prodotti ecocompatibili nata da un programma di ricerca avviato già da anni che vede impegnato il Centro Ricerca e Sviluppo Architecture&Deco nello studio di prodotti ad alta tecnologia e minimo impatto ambientale. La ricerca tecnologica, lo studio e lo sviluppo delle innovazioni costituiscono da sempre le caratteristiche vincenti della filosofia di BOERO, azienda certificata ISO 9001:2008. L’attenzione al ridotto impatto ambientale caratterizza le diverse fasi del ciclo produttivo e distributivo, dalla scelta delle materie prime alla lavorazione, dal trasporto al recupero e allo smaltimento.

In particolare, dall’esperienza maturata da interventi come quello di Camogli, per mantenere a lungo inalterato l’aspetto estetico delle finiture in esterno, Boero ha studiato SOLARYA65 Painting Natural, rivestimento fotocatalitico ai silossani autopulente e antinquinamento, che garantisce lunga durata e una azione antibatterica contro batteri, muffe e alghe inibitrice nei confronti dei bioinfestanti, eccellente anche nelle zone non raggiunte direttamente dalla luce solare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: