Mercatino regolare di via della Mercanzia, “mugugno” ingiustificato

Pino
(Pino Gambino, presidente del Consorzio Colombo)

Si sa che a Genova il mugugno è libero e a questa abitudine tutta locale, ultimamente, si sta affiancando la forte strumentalizzazione politica pre e persino post elettorale. Così, Pino Gambino, presidente del Consorzio Colombo (organizzatore della manifestazione), è stato costretto, oggi, ha smentire le lamentele del titolare di una delle aziende di commercio ambulante che per tutta la settimana piazzano i propri banchi in via della Mercanzia, registrate e mandate in onda da una tv locale. L’iniziativa è stata concordata col Comune in attesa che, dalla settimana prossima, parta il mercato concordato con Aval, Anva Confesercenti e Fiva Ascom.

“Non è vero che mettere i banchi costa 200 euro al giorno – dice Gambino -. Le tariffe concordate col Comune sono di 25 euro al giorno per ogni banco. Sono le tariffe più basse in assoluto previste dal Comune. Anche i chioschi tutti uguali sono concordati. È vero, hanno un costo, ma è anche giusto che, soprattutto in una zona turistica della città, si evitino gli “accampamenti”. Chi fa fiere in giro per l’Italia sa perfettamente che in altre città l’uso dei chiosci è obbligatorio in molte città e qualifica i mercati”.

Insomma, il mugugno continuo e qualunquista a cui assistiamo quotidianamente e che punta a demolire ogni iniziativa, anche in questo caso non ha fondamenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: