close up photography of snowflakeIn evidenza 

Maltempo, Arpal lancia l’allarme per gelicidio nell’entroterra di Genova, di Savona e del Levante

La quota neve nell’entroterra del capoluogo scende fino a 300 metri. Venti forti da Sud-Est, in rotazione e rinforzo da Nord con burrasca. Mare molto mosso per onda di libeccio. Disagio per freddo

La Liguria è già interessata dai primi fenomeni legati al passaggio di una perturbazione atlantica con precipitazioni d’intensità al momento debole, che interessano un po’ tutta la regione. Nelle prossime ore avremo pioggia lungo la costa, con cumulate significative su buona parte della regione, elevate a Ponente (zona A) e Levante (zona C); l’ingresso di venti di tramontana sta già portando un calo delle temperature che favorirà nevicate soprattutto sui versanti padani di Ponente (zona D).

Nei comuni dell’entroterra centrale (zona B), in Valle Stura (che rientra nella zona D) e nella parte più occidentale dei versanti padani di Levante (Valle Scrivia, zona E), l’attenzione è rivolta anche al gelicidio. Si tratta di un fenomeno che vede la precipitazione “nascere” alle quote più alte in forma solida (come neve), nella caduta verso il suolo incontrare uno strato più caldo e fondersi completamente. Se, poi, in prossimità del suolo, incontra uno strato di aria fredda con temperatura inferiore a 0 °C, le gocce venutesi a formare congelano all’istante sulle superfici. Tornando alle precipitazioni tenderanno gradualmente ad attenuarsi dalla serata di oggi; permarranno rovesci fino alle prime ore della mattinata di domani, venerdì 16 dicembre, sul Levante.

Da segnalare anche che i venti sono ruotati dai quadranti settentrionali sul centro Ponente mentre permangono meridionali a Levante; nelle prossime ore è atteso un rinforzo fino a burrasca dei venti settentrionali in particolare nella zona centrale della regione. Il mare, alla boa di Capo Mele è mosso con temperatura superficiale dell’acqua di 16.6 gradi.

OGGI GIOVEDI’ 15 DICEMBRE Precipitazioni diffuse, di intensità fino a moderata, determinano cumulate areali significative su BDE, elevate su AC con una bassa probabilità di rovesci o temporali forti su C. Quota neve in calo fino a fondovalle su D e più localmente su parte occidentale di E, 300-400 m su interno B, 800-1200 m su A. Probabili fasi di gelicidio su DE e interno B. Venti forti da Sud-Est su C e parte orientale di B, in rotazione e rinforzo da Nord con burrasca su B e parte orientale di A. Mare molto mosso per onda di libeccio. Disagio per freddo su B.

DOMANI VENERDI’ 16 DICEMBRE In mattinata permangono condizioni di instabilità dopo il passaggio della perturbazione con possibili locali rovesci o temporali, in particolare su C dove si ha una bassa probabilità di fenomeni forti. Venti settentrionali moderati con locali rinforzi nelle prime ore della notte in progressiva attenuazione. Mare molto mosso per onda da Sud-Ovest.

DOPODOMANI SABATO 17 DICEMBRE In serata venti in rinforzo dai quadranti settentrionali sul centro della regione: venti forti su B, localmente rafficati.

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito https://allertaliguria.regione.liguria.it, inviato anche tramite Twitter (segui @ARPALiguria).

Nelle immagini la scansione oraria dell’allerta che evidenzia il coinvolgimento, per la zona B, dei soli comuni interni e la cartina con la distribuzione delle temperature alle ore 12.30

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: