Cosa fare a Genova 

Venerdì all’abbazia di San Bernardino serata musicale a favore del Centro Per Non Subire Violenza

Si esibirà il coro Canto Libero è nato da circa 15 anni, è uno dei quattro cori polifonici diretti dal Maestro Gianni Martini, direttore della scuola “Music Line”. È stato componente di diverse formazioni musicali, chitarrista di Giorgio Gaber e collabora tuttora con numerosi artisti

Venerdì 16 dicembre 2022, alle ore 20,30 presso l’Abbazia di San Bernardino in Salita Carbonara Cancello /Genova), il Centro Per Non Subire Violenza di via Cairoli 14/7 Genova, invita ad una serata musicale con il Coro Canto Libero.

Il Centro vuole regalare un momento di serenità, di gioiosa convivialità «che ci ritempri, che ci faccia apprezzare la voglia di stare insieme e dia nuova energia per l’anno che verrà».

L’ingresso è gratuito e le donazioni che i partecipanti vorranno offrire saranno destinate a sostenere la Casa Rifugio a indirizzo segreto e gli alloggi protetti. Le donne che ospitiamo con i loro bambini, bambine, ragazzi e ragazze seguono un percorso, attivando le risorse del Centro Per Non Subire Violenza, finalizzato a riappropriarsi di una vita dignitosa, autonoma e libera dalla violenza.

Il Centro Per Non Subire Violenza è un luogo di accoglienza e ascolto, garantisce riservatezza e anonimato. Opera principalmente sul territorio della città di Genova e Provincia, offre percorsi di protezione anche per le donne provenienti da altre Regioni. È collegato al numero nazionale gratuito antiviolenza 1522. Cofondatore dell’Associazione Nazionale D.i.Re (Donne in rete contro la violenza). Da quarant’anni le operatrici sostengono le donne nel loro percorso di cambiamento e di fuoriuscita dalla violenza per il raggiungimento dell’autonomia personale.

La serata musicale vuole ricordare Marina Nicolini, instancabile volontaria del Centro.

Il coro

Il coro è composto da circa 25 elementi divisi in cinque sezioni (bassi, tenori, contralti, mezzosoprani, soprani) ed è animato dall’entusiasmo nel ritrovarsi a reinterpretare brani di uno dei periodi più fervidi e coinvolgenti nella storia della musica pop.

Il repertorio comprende, infatti, autori e gruppi classici italiani e stranieri degli anni ‘60 e ‘70: da Lucio Battisti ai Nomadi e Rino Gaetano, all’Equipe’84 ai Giganti e ai Dik Dik, da Ray Charles a John Lennon .

Le canzoni vengono eseguite senza e con accompagnamento di chitarra e percussioni. Particolare spazio e attenzione sono dedicati agli autori genovesi: New Trolls, Fossati, De Andrè ,dei quali vengono riproposti diversi brani.
La maggior parte delle esibizioni è dedicata a concerti con fini benefici, come questa serata.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: