Cronaca 

Adm e Polizia locale: al setaccio i mercati della Liguria per individuare contraffazioni e frodi grazie all’analisi dei materiali

I tecnici dell’agenzia delle dogane si avvalgono di sofisticate apparecchiature, come l XRF (analizzatore a fluorescenza a raggi x) uno strumento che, in maniera non invasiva, consente di determinare la composizione elementare degli articoli sottoposti ad analisi. Viene verificata la presenza, negli oggetti sottoposti ad analisi, di metalli nocivi per la salute umana quali cadmio, piombo e nichel. Attraverso il RAMAN ed il microscopio elettronico, invece, viene controllata la composizione dei tessuti posti in vendita

Mai più stoffa sintetica spacciata per seta né prodotti fabbricati in maniera non conforme alle leggi italiane, con sostanze pericolose, né oggetti falsificati e non riconoscibili alla vista, che però non sfuggiranno ai tecnici, anche grazie a strumenti utili alle analisi

[Continua sotto]

É partita in Liguria la campagna di controlli di ADM (Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli ) contro il fenomeno della contraffazione per la tutela della salute e della sicurezza dei cittadini

Prima tappa il mercato del Lunedì di Savona, che coinvolge buona parte del centro della città Ligure. La campagna promossa da ADM continuerà nei prossimi mesi in tutta la Liguria, Genova compresa.

I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Savona, coordinati dall’Ufficio Antifrode della Direzione Interregionale e in collaborazione con la Polizia Locale di Savona, hanno controllato numerosi banchi vendita presso il più grande mercato della provincia che si tiene con cadenza settimanale nella giornata del lunedì.

Questo ha permesso, per la prima volta, il controllo in tempo reale di diversi prodotti potenzialmente dannosi per la salute.

L’operazione rientra nell’ambito di applicazione di una specifica convenzione stipulata tra il Comune di Savona e la Direzione Interregionale per la Liguria, il Piemonte e la Valle d’Aosta di ADM.

Inoltre, i funzionari di ADM e gli agenti della Polizia Locale hanno effettuato diversi sequestri riconducibili al fenomeno della contraffazione, tra cui materiale elettronico, biancheria da bagno e giocattoli privi o riportanti falso marchio CE .

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: