Oggi a Genova 

Omicidio di via Novella, l’ultima visita dell’assassino al Servizio Salute mentale risale a venerdì scorso

Il quarantaduenne era seguito dagli specialisti della Asl che lo avevano visto due giorni prima che per futili motivi ammazzasse il padre massacrandolo a coltellate

Non è stata una sola coltellata a uccidere il 77enne Francesco Evangelista. Oltre a quella con cui il figlio Claudio lo ha colpito dritto al cuore, ce ne sono state tante altre, almeno una ventina, di cui 7 al petto e, dopo, quando l’anziano era già a terra, almeno 13 alla schiena. L’omicidio è avvenuto ieri sera al Cep, in via Novella, nel ponente genovese.

[Continua sotto]

Le indagini della squadra mobile, coordinate dal sostituto procuratore Paola Caleri (che ha chiesto la perizia psichiatrica dell’omicida), hanno permesso di ricostruire i minuti che hanno preceduto lo scoppio d’ira di Claudio Evangelista. Nell’ambito dell’inchiesta saranno anche acquisite le cartelle cliniche dell’assassino. Quello che è certo è che a suo carico non son sono mai stati eseguiti Tso dal reparto Prono intervento della Polizia locale quello che, in base a un accordo con le forze di Polizia, si fa carico della maggior parte dei trattamenti sanitari obbligatori. Le persone che vengono sono sottoposte dal medico a Tso (poi eseguito dagli agenti specializzati) sono spesso più volte interessate dal provvedimento nel corso del tempo. Normalmente le crisi avvengono quando i malati smettono di prendere le medicine prescritte. Il Tso scatta solo se i soggetti con problemi mentali si rendono responsabili di aggressioni o di atti autolesionistici.

Per tornare all’omicidio, Francesco Evangelista aveva chiesto al figlio di guardare assieme la tv. L’uomo, che si trovava nella sua stanza, gli aveva chiesto di lasciarlo riposare: voleva dormire. L’anziano, dopo il rifiuto del figlio, era tornato in soggiorno e, spostando alcune sedie, avrebbe fatto rumore. Il figlio è uscito come una furia dalla sua camera e ha afferrato un coltello in cucina. Con quello ha cominciato massacrare il padre con una serie di coltellate sotto gli occhi della madre e della sorella Carmen, rimasta leggermente ferita nel tentativo di salvare il padre. È stata proprio la donna a chiamare il 112. Il fratello ha atteso i poliziotti in casa e non ha opposto resistenza all’arresto.

Sul corpo di Francesco Evangelista sarà effettuata l’autopsia.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: