Oggi a Genova 

Circolo Pianacci: bolletta triplicata. Così rischiano di sparire associazionismo e volontariato

A lanciare l’allarme è il fondatore e patron dello storico circolo, Carlo Besana che rilancia l’Sos di Arci. Bollette alla mano

«Oggi non è un buon giorno, almeno per i conti del Circolo Arci Pianacci – dice Besana -. I consumi elettrici della sede del circolo, nei mesi di luglio ed agosto, a parità di Kw consumati nel 2021 e nel 2022, rivela un costo pari a circa il triplo (+292%)!!! Una meditazione andrà fatta…».

[Continua sotto]

Nei giorni scorsi Arci Liguria e Arci Nazionali avevano reso nota l’emergenza ai cittadini: «Dopo gli appelli e le mobilitazioni dei mesi scorsi torniamo a lanciare l’allarme per gli aumenti insostenibili delle tariffe di gas ed elettricità – aveva scritto l’associazione in un comunicato -. Un problema che riguarda tutti, compreso il Terzo Settore associativo, già duramente provato dalla crisi legata alla pandemia e troppo spesso dimenticato dai provvedimenti del governo di ristoro e sostegno. Gli aumenti dei costi dell’energia potrebbero dare il colpo di grazia anche a gran parte del mondo associativo, colpito da una crescita insostenibile dei costi di gestione di quegli spazi che garantiscono coesione sociale nelle comunità e nei territori anche dando conforto alle persone fragili e alle fasce più deboli della popolazione. È urgente trovare al più presto forme di sostegno per tutti, compreso il Terzo Settore associativo, per contrastare gli assurdi aumenti delle tariffe di gas ed elettricità, anche tassando gli extra profitti delle aziende che stanno speculando sulla situazione creata dalla guerra».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: