Cronaca 

Ancora minacce a Sara Dante, sindaco di Sant’Olcese

Il primo cittadino del comune dell’Alta Valpolcevera, espressione del centro sinistra. è sotto vigilanza dal 2019, quando partì la prima denuncia per gli atti intimidatori. Nel luglio di quest’anno il portone del Municipio è stato imbrattato e all’indirizzo della donna furono scritte altre minacce. Oggi è stato resa nota un ennesima minaccia di morte giunta attraverso una lettera. La solidarietà di Anci e delle donne della politica di sinistra

«La comunità dei Sindaci di Anci Liguria esprime piena solidarietà e vicinanza alla Sindaca di Sant’Olcese Sara Dante e alla sua famiglia per le pesanti intimidazioni subite – si legge in una nota dell’associazione dei sindaci -. A neanche tre giorni dalla commemorazione del “sindaco pescatore” di Pollica, Angelo Vassallo, ci troviamo di fronte a vili atti intimidatori perpetrati nei confronti di un amministratore locale. Le nostre Sindache e i nostri Sindaci sono ogni giorno esposti in prima linea nella guerra al crimine e ai misfatti: è inconcepibile subire minacce di morte per il proprio operato, svolto in difesa e a tutela dei cittadini e delle comunità locali che si amministrano. Vili minacce che risultano ancora più inaccettabili perché rivolte a un’amministratrice donna: oggi, infatti, sono sempre meno i cittadini e soprattutto le cittadine disponibili a ricoprire la carica di Sindaco, ruolo che prevede innumerevoli responsabilità, anche perché non c’è un limite all’oltraggio e alle offese».

[Continua sotto]

Anci Liguria auspica che si faccia luce al più presto sulle responsabilità e confida in un intervento rapido da parte delle istituzioni preposte.

Intanto si moltiplicano le espressioni di solidarietà a Sara Dante. Arrivano, tra le altre, dal consigliere comunale Pd Cristina Lodi, dal sindaco di Rossiglione Katia Piccardo

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: