Enti Pubblici e Politica 

Città dei Bambini, ecco il progetto in fase di realizzazione. Apertura in autunno

I cantieri per la realizzazione della nuova Città dei Bambini e dei Ragazzi hanno preso il via a maggio nella galleria sottostante l’Acquario di Genova. L’investimento per la realizzazione dell’experience museum è di oltre 4 milioni di Euro, equamente ripartiti tra Porto Antico di Genova e Costa Edutainment, che avrà in gestione la struttura fino al 2036

La nuova Città dei Bambini e dei Ragazzi, la cui progettazione è stata affidata da Porto Antico di Genova e Costa Edutainment a Filmmaster Events, sarà il primo experience museum dedicato ai “CINQUE SENSI” in Italia2.000 mq di spazio espositivo dove i bambini e i ragazzi da 0 a 12 anni potranno compiere un vero e proprio viaggio alla scoperta di sé e del mondo attraverso l’esperienza diretta. L’accesso, indipendente rispetto all’Acquario, sarà sul lato est dell’edificio.

Un’intera area sarà espressamente dedicata alla fascia 0-4 anni come luogo protetto dove muoversi e imparare divertendosi in libertà. Le altre aree, dedicate ai sensi, proporranno installazioni adatte a tutti i ragazzi ma con vari gradi di complessità e obiettivi di apprendimento a seconda della fascia di età dei fruitori. Nel nuovo progetto troveranno spazio alcuni exhibit tra cui la “Casa in costruzione”, una delle installazioni più apprezzate già nella precedente Città dei bambini.

Le installazioni, a seconda del tema presentato, proporranno una fruizione singola, a coppie o a piccoli gruppi.

Saranno inoltre presenti un’area didattica, dove si potranno svolgere i laboratori per le scuole, e un’area dedicata a feste di compleanno ed eventi privati.

Un percorso esperienziale che utilizza tatto, vista, udito, olfatto e gusto come strumento per trasmettere conoscenze e divertirsi, attivando nei bambini e nei ragazzi un processo di educazione permanente e trasferendo alle nuove generazioni uno spirito critico rispetto agli stimoli loro forniti.

«Attraverso l’esperienza diretta, i fruitori della Città diventano davvero protagonisti del loro sapere e non semplici osservatori della realtà esterna – spiegano al Port Antico -. Un ambiente tecnologico, colorato, contemporaneo, sorprendente anche negli allestimenti scenografici, che potrà essere visitato con i genitori, in gruppo, con la scuola e che consentirà di vivere l’esperienza reale e di approfondire, grazie alla tecnologia, i contenuti appresi nell’esperienza. Il trasferimento della struttura sotto l’Acquario persegue tre obiettivi importanti: la valorizzazione di una eccellenza della città, la sinergia anche logistica con una delle più importanti attrazioni del nostro Paese rivolte ai giovanissimi e, sotto il profilo della vivibilità della città, la riqualificazione dell’area di ponente del Porto Antico. Per questo motivo, nel nuovo progetto della Città dei Bambini e dei Ragazzi rientra anche il rifacimento dello spazio frontale dell’edificio con la realizzazione di un dehor dedicato in parte all’accoglienza di gruppi e scuole, con accesso libero, e in parte come pertinenza del punto ristoro riservato ai clienti della Città dei Bambini e dei Ragazzi e dell’Acquario. Il nuovo experience museum sarà una struttura in continua evoluzione che proporrà di anno in anno nuovi spazi, exhibit e proposte didattiche, fornendo sempre nuovi spunti di visita e contribuendo all’attrattività di Genova per il pubblico di famiglie e scuole».

L’operazione di rinnovamento riguarda anche il logo che è stato ridisegnato in chiave moderna. Il nuovo logo capitalizza il nome ed eredita segni dal passato, ma si esprime con colori accesi e forme addolcite. Il pay-off, “experience museum”, è l’evoluzione del precedente  “gioco, scienza e tecnologia”.

“Siamo finalmente giunti alla fase di esecuzione di questo bel progetto – dichiara Beppe Costa, Presidente di Costa Edutainment Spa –  che accrescerà l’offerta dedicata alle famiglie del Porto Antico e di Genova. La nuova Città dei Bambini e dei Ragazzi, come annunciato, sarà un experience museum innovativo e stimolante per i ragazzi, ma anche educativo e divulgativo, che non deluderà le aspettative del pubblico della precedente struttura e sarà in grado di attrarre nuovi visitatori”.

“Avviare il cantiere della nuova Città dei Bambini e dei Ragazzi – sottolinea Mauro Ferrando, Presidente di Porto Antico di Genova Spa – è il modo migliore per festeggiare i 30 anni del Porto Antico. Sarà una struttura di eccellenza dedicata ai nostri visitatori più giovani, sinergica con l’Acquario, e un valore aggiunto per la  vivibilità della porzione di ponente delle nostre aree.

L’apertura della nuova struttura avviene a 25 anni dalla nascita della prima Città dei bambini e dei ragazzi, inaugurata nel 1997 grazie alla collaborazione con la Cité des Enfants del parco tecnologico La Villette®- Cité des Sciences et de l’Industrie di Parigi. Allora la struttura costituì il primo caso in Italia di Children’s Museum, al quale gli altri esempi italiani si sono ispirati; recentemente è stata tra i fondatori della Rete Nazionale Musei dei Bambini che vede Genova a fianco di Verona, Roma e Milano.

Anche il nuovo spazio si propone come luogo innovativo per i più piccoli, dove ci si potrà divertire, tornare più volte durante l’anno, condividere esperienze con gli amici, organizzare feste, partecipare a eventi e laboratori.

La realizzazione del progetto della nuova Città dei Bambini e dei Ragazzi è stata affidata a Filmmaster Events, azienda italiana leader nell’ideazione e produzione di grandi eventi, live show e cerimonie con oltre 40 anni di storia alle spalle.

Filmmaster Events ha già affiancato Costa Edutainment in diverse occasioni, tra le più recenti il rinnovamento nel 2020 del parco Italia in miniatura di Rimini per il quale è stato realizzato un restyling completo dell’immagine e della visitor experience. Filmmaster Events ha anche realizzato il 25° anniversario dell’Acquario di Genova, dopo aver gestitoil progetto di rinnovamento, avviato nel 2015, che aveva portato alla realizzazione di un nuovo percorso immersivo votato all’edutainment per il quale Filmmaster aveva prodotto nuove installazioni, il progetto di sound & light design, le scenografie, il naming delle aree, la colonna sonora, ma anche lavorato alla formazione del personale.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: