Spettacoli 

Teatro Nazionale, una stagione tra Schiller a Wallace, da Shakespeare a Eschilo – IL PROGRAMMA

65 spettacoli, di cui 17 produzioni, a cui si aggiungeranno i 6 spettacoli dello speciale progetto produttivo previsto per maggio 2023. Una moltitudine di artiste e artisti, talenti emergenti e acclamati protagonisti della scena come Milo Rau, Elisabetta Pozzi, Laura Marinoni, Claudio Bisio, Remo Girone, Laura Curino, Emma Dante, Pippo Delbono, Valerio Binasco, Giorgina Pi, Tullio Solenghi, Andrée Ruth Shammah, Linda Gennari, Paolo Fresu, Milvia Marigliano, Fabrizio Gifuni, Sax Nicosia, Concita De Gregorio, solo per fare qualche nome

E una molteplicità di voci che vanno da Eschilo a David Foster Wallace, da Shakespeare a Stefano Massini, da Dacia Maraini a Kae Tempest, da Pirandello a Marius von Mayenburg, da Friedrich Schiller a Melania Mazzucco, in un’armoniosa alternanza di drammaturgia contemporanea, grandi classici, dramma, commedia.

Si apre oggi la campagna abbonamenti per la nuova stagione del Teatro Nazionale di Genova, diretto da Davide Livermore.

Stagione 2022-23

7 ottobre Teatro Gustavo Modena
Questo grande villaggio globale concerto
spettacolo per il centenario di Margherita Hack
da un’idea di Francesco Magnelli
di e con Ginevra Di Marco, Federico Taddia, Francesco Magnelli, Andrea Salvadori
musica Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli, Andrea Salvadori
parole Ginevra Di Marco, Gabriella Greisonproduzione Epoché ArtEventi in collaborazione con Lilith
fuori abbonamento

———————————————————————————————————————————————-

15 ottobre Teatro Gustavo Modena
Electropark Unspoken Words
Max Cooper
fuori abbonamento

———————————————————————————————————————————————-

12 – 14 ottobre Teatro Gustavo Modena
Grief & Beauty
di Milo Rau & Ensemble

regia Milo Rau 

interpreti Arne De Tremerie, Anne Deylgat, Princess Isatu Hassan Bangura, Gustaaf Smans, Johanna B. (in video)

produzione NTGent, Tandem Scène National Arras-Douai, Künstlerhaus Mousonturm Frankfurt, Romaeuropa Festival, Teatro Nazionale di Genova

———————————————————————————————————————————————

18 – 30 ottobre Teatro Ivo Chiesa

Maria Stuarda di Friedrich Schillertraduzione Carlo Sciaccaluga
regia Davide Livermore
interpreti Laura Marinoni e Elisabetta Pozzi, Sax Nicosia, Giancarlo Judica Cordiglia, Linda Gennari, Gaia Aprea, Olivia Manescalchi, chitarra e voce Giua
produzione Teatro Nazionale di Genova, Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, CTB Centro Teatrale Bresciano
———————————————————————————————————————————–

FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE XVIII edizione
Next Generation Women / Icone


20 – 21 ottobre Sala MercatoTiresias un progetto di Bluemotion22 – 23 ottobre Teatro Eleonora Duse
Big Data B&B di Laura Curino14 – 15 novembre Teatro Gustavo Modena
EROS in mezzo alla vita c’è la morte di Elli Papakonstantinou
18 novembre Teatro Eleonora Duse
Clitemnestra di Luciano Violante19 novembre Teatro Eleonora Duse
La musica dell’anima di Maria Letizia Compatangelo con Pamela Villoresi

23 – 24 novembre Teatro Eleonora DuseSouvenir de Kiki conManuela Kustermann25 – 26novembre Teatro Eleonora DuseIn nome della madre di Erri De Luca con Galatea Ranzi30 novembre Teatro Eleonora Duse

Giovanna d’Arco di Maria Luisa Spaziani con Gaia Aprea

6 – 7 dicembre Sala Mercato
BENJI Adult Child – Dead Child di Claire Dowie
8 – 9 dicembre Sala Mercato
Cuòre: sostantivo maschile di Angela Di Maso
10 – 11 dicembre Sala Mercato

CAMILLE CLAUDEL La distruzione del talento femminile di Dacia Marainicon Mariangela D’Abbraccio
fuori abbonamento

———————————————————————————————————————————–

25 ottobre – 6 novembre Teatro Eleonora Duse
Thom Pain
basato sul niente di Will Eno

traduzione Noemi Abe
regia Antonio Zavatteri
interprete Alberto Giusta
produzione Teatro Nazionale di Genova, Centro Teatrale MaMiMò

———————————————————————————————————————————————

2 – 3 novembre Teatro Gustavo Modena
Lady Macbeth
Suite per Adelaide Ristoriliberamente tratto da Macbetto di Giulio Carcano
drammaturgia Andrea Porcheddu in collaborazione con Sara Urban
regia Davide Livermore
interprete Elisabetta Pozzi
produzione Teatro Nazionale di Genova

———————————————————————————————————————————————

3 – 5 novembre Teatro Ivo Chiesa
SANI!
Teatro fra parentesi di e con Marco Paolini
musiche originali Saba Anglana e Lorenzo Monguzzi
chitarra e voce Lorenzo Monguzzi
produzione Michela Signori, JOLEFILM

———————————————————————————————————————————————

8 – 20 novembre Sala Mercato

Lemnos

un progetto di Bluemotion ispirato al mito di Filottete
drammaturgia Giorgina Pi con Bluemotion
consulenza letteraria Massimo Fusillo
regia Giorgina Pi
interpreti Fabrizio Contri, Gaia Insenga, Aurora Peres, Gabriele Portoghese, Alexia Sarantopoulou
produzione Teatro Nazionale di Genova, ERT / Teatro Nazionale, TPE – Teatro Piemonte Europa, Angelo Mai, Blueumotion

———————————————————————————————————————————————

9 – 13 novembre Teatro Gustavo Modena   Dulan la sposa di Melania Mazzucco
regia Valerio Binasco
interpreti Valerio Binasco, Mariangela Granelli e cast in via di definizione
produzione Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale


———————————————————————————————————————————————

11 – 17 novembre Teatro Eleonora Duse
Autunno in aprile di Carolina África Martín Pajares
regia Elena Gigliotti
interpreti Fiammetta Bellone, Sara Cianfriglia, Elena Dragonetti, Alice Giroldini, Barbara Moselli
produzione Teatro Nazionale di Genova

——————————————————————————————————————————————-

16 – 20 novembre Teatro Ivo ChiesaIl crogiuolo di Arthur Millerregia Filippo Dini

interpreti Virginia Campolucci, Pierluigi Corallo, Gennaro Di Biase, Andrea Di Casa, Filippo Dini, Didì Garbaccio Bogin, Paolo Giangrasso, Fatou Malsert, Manuela Mandracchia, Nicola Pannelli, Fulvio Pepe, Valentina Spaletta Tavella, Caterina Tieghi, Beatrice Vecchione, Aleph Viola
produzione Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, Teatro Stabile di Bolzano, Teatro di Napoli – Teatro Nazionale

———————————————————————————————————————————————

24 – 27 novembre Teatro Ivo Chiesa                                                                                   Il mercante di Venezia di William Shakespeare

regia Paolo Valerio

interprete Franco Branciaroli, Piergiorgio Fasolo, Francesco Migliaccio e (in o.a.) Emanuele Fortunati, Stefano Scandaletti, Lorenzo Guadalupi, Giulio Cancelli, Valentina Violo, Dalila Reas, Mauro Malinverno, Mersila Sokoliproduzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia , CTB Centro Teatrale Bresciano, Teatro de Gli Incamminati

———————————————————————————————————————————————

25 novembre – 4 dicembre Sala Mercato
Lady Grey
con le luci sempre più fiochedi Will Eno
traduzione Elena Battista
regia Marco Maccieri
interprete Alice Giroldini
produzione Teatro Nazionale di Genova, Centro Teatrale MaMiMò———————————————————————————————————————————————

30 novembre – 4 dicembre Teatro Gustavo Modena   
Otelloda William Shakespeare
traduzione e drammaturgia Letizia Russo

regia Andrea Baracco
interpreti Federica Fracassi, Lucia Lavia, Emilia Scarpati Fanetti, Valentina Acca, Ilaria Genatiempo, 

Viola Marietti, Federica Fresco 

produzione Teatro Stabile dell’Umbria                                                                        

———————————————————————————————————————————————

2 – 11 dicembre Teatro Eleonora Duse                                                                                
Il cacciatore di nazisti
L’avventurosa vita di Simon Wiesenthal
basato sui suoi scritti e sulle sue memorie
testo e regia Giorgio Gallione
interprete Remo Girone
produzione Teatro Nazionale di Genova, Ginevra Media Production

———————————————————————————————————————————————

7 – 10 dicembre Teatro Ivo Chiesa
Amore

uno spettacolo di Pippo Delbono
interpreti Dolly Albertin, Gianluca Ballarè, Margherita Clemente, Pippo Delbono, Ilaria Distante, Aline Frazão, Mario Intruglio, Pedro Jóia, Nelson Lariccia, Gianni Parenti, Miguel Ramos, Pepe Robledo, Grazia Spinella
produzione ERT / Teatro Nazionale, Compagnia Pippo Delbono
———————————————————————————————————————————————

15 dicembre Teatro Ivo Chiesa

Daniele Silvestri Concerto  
fuori abbonamento


——————————————————————————————————————————————–

14 – 17 dicembre Teatro Eleonora Duse
Alla stessa ora, il prossimo anno di Bernard Sladetraduzione Gerardo Guerrieri
regia Antonio Zavatteri
interpreti Alessia Giuliani, Alberto Giusta
produzione Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona

——————————————————————————————————————————————–

20 – 31 dicembre Teatro Ivo Chiesa (no recite 23-24-25)                                           

I maneggi per maritare una figlia di Niccolò Bacigalupo
riduzione e adattamento in due atti Tullio Solenghi e Margherita Rubino
regia Tullio Solenghi
interpreti Tullio Solenghi, Elisabetta Pozzi, Roberto Alinghieri, Riccardo Livermore, Isabella Maria Loi, Pier Luigi Pasino, Federico Pasquali, Stefania Pepe, Laura Repetto
produzione Teatro Sociale Camogli, Teatro Nazionale di Genova, CTB Centro Teatrale Bresciano

———————————————————————————————————————————————

CIRCUMNAVIGANDO FESTIVAL
28 dicembre Teatro Gustavo Modena
L’uomo calamita Circo El Grito
29 dicembre Teatro Gustavo Modena

Life Compagnia Gandini
30 dicembre Sala Mercato
Idylle Compagnia KS

———————————————————————————————————————————————

11 – 15 gennaio Teatro Eleonora Duse                                                                             
Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello                                                                             

regia Luca De Fusco
interpreti Eros Pagni, Anita Bartolucci, Valeria Contadino, Giovanna Mangiù, Plinio Milazzo, Giacinto Palmarini, Lara Sansone, Paolo Serra, Irene Tetto

produzione Teatro Biondo Palermo, Teatro Stabile di Catania, Tradizione e Turismo – Centro di produzione Teatrale, Compagnia La Pirandelliana

———————————————————————————————————————————————–

18 – 22 gennaio Teatro Gustavo Modena
Il delitto di via dell’Orsina di Eugène-Marin Labiche                                           
traduzione Andrée Ruth Shammah e Giorgio Melazzi
adattamentoe regiaAndrée Ruth Shammah
interpreti Massimo Dapporto, Antonello Fassari, Susanna Marcomeni e conAndrea Soffiantini, Christian Pradella, Luca Cesa-Bianchi e la partecipazione di Antonio Cornacchione
produzioneTeatro Franco Parenti, Fondazione Teatro della Toscana

———————————————————————————————————————————————–

19 – 22 gennaio Teatro Ivo Chiesa

Don Giovanni a Soho di Patrick Marber
ispirato al Don Giovanni di Molière
regia Gabriele Russo
interpreti Daniele Russo, Alfonso Postiglione, Mauro Marino e cast in via definizione

produzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini
———————————————————————————————————————————————–

24 – 29 gennaio Sala Mercato
Kakuma 
La ricerca della felicitàdi Laura Sicignanoideazione e regia Laura Sicignano
interpreti Irene Serini e Susannah Iheme
produzione Teatro Nazionale di Genova

———————————————————————————————————————————————

25 – 29 gennaio Teatro Ivo Chiesa

La tempesta di William Shakespeare
traduzione, adattamento e regia Alessandro Serra
interpreti Fabio Barone, Andrea Castellano, Vincenzo Del Prete, Massimiliano Donato, Paolo Madonna, Jared Mcneill, Chiara Michelini, Maria Irene Minelli, Valerio Pietrovita, Massimiliano Poli, Marco Sgrosso, Bruno Stori
produzione Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, Teatro di Roma – Teatro Nazionale, ERT / Teatro Nazionale, Sardegna Teatro, Festival d’Avignon, MA Scène National – Pays de Montbéliard

—————————————————————————————————————————————–

27 – 29 gennaio Teatro Eleonora Duse

Antichi maestri di Thomas Bernhard
traduzione Anna Ruchat

drammaturgia Fabrizio Sinisiregia Federico Tiezzi
interpreti Sandro Lombardi, Martino D’Amico, Alessandro Burzotta
produzione Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale, Compagnia Lombardi-Tiezzi

———————————————————————————————————————————————-

31 gennaio – 5 febbraio Teatro Gustavo Modena
I mille del ponte di Massimiliano Lussana da un’idea di Pietrangelo Buttafuocoregia Alessio Pizzech
interpreti Mario Incudine e i musicisti Manfredi Tumminello, Pino Ricosta e Antonio Vasta
produzione A.S.C. Production Arte Spettacolo Cultura srl – Teatro della Città

——————————————————————————————————————————————–

1 – 5 febbraio Teatro Ivo ChiesaSpettri di Henrik Ibsen
versione italiana e adattamento Fausto Paravidino

regia Rimas Tuminas

interpreti Andrea Jonasson e conGianluca Merolli, Fabio Sartor, Giancarlo Previati, Eleonora Panizzo
produzione TSV – Teatro Stabile del Veneto

——————————————————————————————————————————————-

8 – 11 febbraio Teatro Ivo Chiesa                                                                                 

Ferito a morte di RaffaeleLa Capria
adattamento Emanuele Trevi
regia Roberto Andò
interpreti cast in via di definizione
produzione Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, ERT / Teatro Fondazione, Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

———————————————————————————————————————————————

8 – 12 febbraio Teatro Gustavo Modena
Tango macondo
Il venditore di metafore

drammaturgia e regia Giorgio Gallione
liberamente ispirato all’opera Il venditore di metafore di Salvatore Niffoi, ed. Giunti
musiche originali Paolo Fresu
interpretiPaolo Fresu(tromba, flicorno), Daniele di Bonaventura(bandoneon),Pierpaolo Vacca(organetto)e conUgo Dighero, Rosanna Naddeo, Paolo Li Volsie i danzatori Luca Alberti, Alice Pani, Valentina Squarzoni, Francesca Zaccaria
produzione Teatro Stabile di Bolzano
———————————————————————————————————————————————

8 – 11 febbraio Sala Mercato
In crociera di Fiammetta Carena

regia Maurizio Sguotti
interpreti Tommaso Bianco, Viola Lo Gioco, Francesca Sarteanesi, Maurizio Sguotti, Filippo Tampieri
produzione Kronoteatro
——————————————————————————————————————————————–

14 – 26 febbraio Teatro Gustavo Modena
Cyrano de Bergerac
di Edmond Rostand
adattamento e regia Arturo Cirillo
interpreti Arturo Cirillo, Rosario Giglio, Francesco Petruzzelli, Valentina Picello, Giulia Trippetta, Giacomo Vigentini

produzioneMarche Teatro, Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Teatro Nazionale di Genova, ERT / Teatro Nazionale 

———————————————————————————————————————————————

15 – 22 febbraio Teatro Ivo Chiesa
La mia vita raccontata male da Francesco Piccolo
regia Giorgio Gallione

interprete Claudio Bisio e i musicisti Marco Bianchi, Pietro Guarracino
produzione Teatro Nazionale di Genova

——————————————————————————————————————————————–

15 – 18 febbraio Teatro Eleonora Duse
PENG di Marius von Mayenburg
traduzione Clelia Notarbartolo
regia Giacomo Bisordi
interpreti Fausto Cabra, Gianlugi Fogacci, Sara Borsarelli, Giuseppe Sartori, Anna Chiara Colombo, Francesco Giordano e con la partecipazione di Manuela Kustermann
produzione La Fabbrica dell’Attore – Teatro Vascello

——————————————————————————————————————————————-

21 – 23 febbraio Teatro Eleonora Duse                                                                              
Il compleanno di Harold Pinter
traduzione Alessandra Serra
regia Peter Stein
interpreti Maddalena Crippa, Alessandro Averone, Gianluigi Fogacci, Fernando Maraghini, Alessandro Sampaoli, Elisa Scatigno
produzione TieffeTeatro Milano, Teatro Stabile del Veneto, Viola Produzioni

——————————————————————————————————————————————–

28 febbraio – 12 marzo Teatro Gustavo Modena
Il giardino dei ciliegi
di Anton Cechov
adattamento e regia Rosario Lisma

interpreti Milvia Marigliano, Rosario Lisma, Giovanni Franzoni, Eleonora Giovanardi, Tano Mongelli, Dalila Reas
produzione Tieffe Teatro Milano, Teatro Nazionale di Genova, Viola Produzioni srl

———————————————————————————————————————————————

3 – 5 marzo Teatro Eleonora Duse

Storie di Stefano Massini
interpreti Stefano Massini, Paolo Jannacci (pianoforte) e Daniele Moretto (tromba)

produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa
———————————————————————————————————————————————-

7 – 8 marzo Teatro Eleonora Duse
Un’ultima cosa
Cinque invettive, sette donne e un funerale
di e con Concita De Gregorio
regia Teresa Ludovico
musica live Erica Mou

produzione Teatri di Bari, Rodrigo

——————————————————————————————————————————————–

9 – 12 marzo Teatro Eleonora Duse
La prova di Bruno Fornasari
regia Bruno Fornasari
interpreti Tommaso Amadio, Emanuele Arrigazzi, Marta Belloni, Orsetta Borghero 

produzione Teatro Filodrammatici di Milano

———————————————————————————————————————————————

14 – 19 marzo Teatro Ivo Chiesa Orestea Agamennone                                                    
21 – 26 marzo Orestea Coefore / Eumenidi
di Eschilo

traduzione Walter Lapini
regia Davide Livermore

interpreti principali Agamennone Laura Marinoni, Sax Nicosia, Linda Genanri, Gaia Aprea, Olivia Manescalchi

interpreti principali Coefore, Eumenidi Giuseppe Sartori, Laura Marinoni, Anna Della Rosa, Olivia Manescalchi, Giancarlo Judica Cordiglia

produzione INDA Istituto Nazionale del Dramma Antico, Teatro Nazionale di Genova

———————————————————————————————————————————————

15 – 19 marzo Teatro Eleonora Duse
Sogno di una notte di mezza estate 

di William Shakespeare

traduzione Antonio Mazzara
regia Jurij Ferrini
interpreti Paolo Arlenghi, Jurij Ferrini, Maria Rita Lo Destro, Agnese Mercati, Chiara Mercurio, Federico Palumeri, Stefano Paradisi, Michele Puleio, Rebecca Rossetti
produzione Progetto U.R.T.
——————————————————————————————————————————————

22 – 25 marzo Teatro Gustavo Modena                                                                          
Italia Brasile 3 a 2. Il ritorno 

di Davide Enia
drammaturgia e regia Davide Enia
interpreti Davide Enia e con Giulio Barocchieri, Fabio Finocchio
produzione Teatro Metastasio di Prato, Fondazione Sipario Toscana

——————————————————————————————————————————————–

29 marzo – 2 aprile Teatro Eleonora Duse
Fedra di Seneca
traduzione Maurizio Bettini
regia Manuel Giliberti
interpreti Viola Graziosi, Graziano Piazza, Deborah Lentini, Liborio Natali, Riccardo Livermore
produzione Teatro della Città centro di produzione teatrale

——————————————————————————————————————————————–

30 – 31 marzo Teatro Ivo Chiesa

Brevi interviste con uomini schifosi di David Foster Wallace
traduzione Aldo Miguel Grompone e Gaia Silvestrini
regia e drammaturgia Daniel Veronese
interpreti Lino Musella e Paolo Mazzarelli
produzione Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, TPE Teatro Piemonte Europa, Marche Teatro, FOG Triennale Milano Performing Arts,Carnezzeria srls.

 ———————————————————————————————————————————————

4 – 6 aprile Teatro Gustavo Modena 

The Red Lion di Patrick Marber
traduzione Marco Casazza
adattamento Andrej LongoregiaMarcello Cotugnointerpreti Nello Mascia, Andrea Renzi, Lorenzo Scalzo
produzione La Pirandelliana, Teatri Uniti

———————————————————————————————————————————————–

12 – 22 aprile Teatro Eleonora Duse
I racconti della peste
di Mario Vargas Llosa

regia Carlo Sciaccaluga
interpreti Roberto Serpi, Angelo Tosto, Barbara Gallo, Giorgia Coco, Valerio Santi
produzione Teatro Nazionale di Genova, Teatro Stabile di Catania———————————————————————————————————————————————

13 – 15 aprile Teatro Gustavo Modena

Con il vostro irridente silenzio
Studio sulle lettere dalla prigionia e sul memoriale di Aldo Moroideazione, drammaturgia e interpretazione Fabrizio Gifuni
produzione Associazione Culturale Cadmo

———————————————————————————————————————————————-


14 – 20 aprile Teatro Ivo Chiesa
RICCARDO III di Fabrizio Gambineri e Sandro Baldacci
regia Sandro Baldacci
interpreti gli attori detenuti della Casa Circondariale di Genova Marassi e la partecipazione di Igor Chierici
produzione Teatro Necessario Onlus, Compagnia Scatenati
fuori abbonamento

—————————————————————————————————————————————–

26 – 29 aprile Teatro Ivo ChiesaPupo di zucchero
La festa dei morti

liberamente ispirato a Lo cunto de li cunti di Gianbattista Basile
testo e regia Emma Dante
interpreti Carmine Maringola, Nancy Trabona, Maria Sgro, Federica Greco, Sandro Maria Campagna, Giuseppe Lino, Stephanie Taillandier, Tiebeu Marc-Henry Brissy Ghadout, Martina Caracappa, Valter Sarzi Sartori
produzione Sud Costa Occidentale in coproduzione con Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Scène National Châteauvallon-Liberté, ExtraPôle Provence-Alpes-Côte d’Azur, Teatro Biondo di Palermo, La Criée Théâtre National de Marseille, Festival d’Avignon, Anthéa Antipolis Théâtre d’Antibes, Carnezzeria

———————————————————————————————————————————————

9 – 14 maggio Teatro Ivo Chiesa
Sei personaggi in cerca d’autore
di Luigi Pirandello
regia Valerio Binasco

interpreti Valerio Binasco e cast in via di definizione
produzione Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, Teatro Nazionale di Genova, Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini

——————————————————————————————————————————————–

18 – 20 maggio Teatro Ivo Chiesa
Acoustic Night 23 di e con Beppe Gambetta

——————————————————————————————————————————————–

Il Teatro Nazionale di Genova esiste
L’idea di teatro di Davide Livermore e le linee programmatiche della sua direzione in dieci punti

  1. Esiste la Città. Il Teatro Nazionale di Genova è un teatro a funzione pubblica, deve per questo garantire il massimo impegno nell’azione di miglioramento della qualità della vita della città e dei suoi cittadini. Il valore di un Teatro è nel suo essere un bene comune che, attraverso la pratica (e la politica) della bellezza, rende più vivibile un territorio. Un teatro ha funzione pubblica nel momento in cui utilizza in maniera attenta e responsabile i finanziamenti pubblici. Il teatro nazionale ha una doppia responsabilità: verso il pubblico, ossia gli spettatori; e verso il Pubblico, ossia i cittadini e la città. Per questo deve dialogare costantemente con le eccellenze della città: musei, università, scuole, teatri d’opera, accademie. Occorre fare Rete.
  1. Esiste il Teatro. Si tratta di concepire un Teatro sempre più accogliente, in cui possano vivere felicemente gli spettatori, gli artisti, le maestranze, i lavoratori. Il teatro è una casa inclusiva, ospitale, propositiva, accessibile. Un luogo aperto alla “bellezza terribile” dell’Arte. Il Teatro Nazionale deve garantire un rapporto corretto con gli artisti: indicendo audizioni pubbliche per ogni nuova produzione, favorendo l’incontro e lo scambio tra artisti, il rinnovamento e il confronto, anche attivando forme di residenza artistica nei propri spazi.
  2. Esiste il Pubblico. Genova vanta una grande storia del teatro. Si tratta di arricchire e allargare il bacino di utenza del teatro, formare spettatori pensando al futuro, coinvolgendo il più possibile appassionati e semplici curiosi, allargando le maglie di una partecipazione che possa aprirsi a etnie, identità, individualità diverse. Incontrare linguaggi molteplici significa aprirsi a culture molteplici. Si tratta di pensare a modalità di fruizione dello spettacolo che superino barriere, architettoniche, fisiche e culturali, tali da garantire a artisti e spettatori di godere pienamente, senza restrizioni, la bellezza del teatro.
  3. Esiste l’Arte. Un Teatro Nazionale come quello di Genova deve farsi carico della tradizione, incoraggiando l’integrazione e la compenetrazione tra le arti. Prosa, Opera, Danza sono oggi vincolate da ridicoli steccati che devono essere superati. L’Arte non ha confine, bloccare una sola arte vuol dire farla diventare disciplina. Occorre pensare all’artista totale, capace di attraversare, consapevolmente e tecnicamente, codici e generi. L’Arte non è intrattenimento, non è il banale “grande evento”. 
  1. Esiste il Repertorio. Assume particolare significato una pratica di organizzazione del repertorio, ossia capire cosa dell’enorme patrimonio del passato sa ancora parlare al presente. Un confronto senza vincoli pregiudiziali per capire le regole e le matrici originarie della drammaturgia e della pratica scenica. Serve tornare alle “letture” dei testi, avendo ormai da tempo consumato tutte le “riletture” possibili.
  1. Esiste la Scienza. Cosa significa la parola ricerca? Cosa significa la parola laboratorio? Nel mestiere dell’attore e dell’attrice, del drammaturgo e della drammaturga, occorre oggi più che mai procedere in maniera scientifica,

ristabilendo un processo critico di analisi e studio. In questa prospettiva è fondamentale l’attività di una struttura come il prestigioso Museo dell’Attore di Genova, capace di monitorare, archiviare, di creare costanti relazioni con la Storia e il Contemporaneo. 

  1. Esiste la Scuola. Fondamentale sostenere la pedagogia e la didattica: la Scuola del Teatro di Genova, di fama nazionale, deve poter garantire un adeguato processo di crescita e consapevolezza. L’offerta formativa, destinata ad aprirsi sempre più al contesto internazionale, è la base per la crescita futura del Teatro, a Genova come in tutta Italia. Solo una formazione attorale qualificata, articolata, selettiva può garantire un livello artistico alto e adeguato, capace di favorire altresì la preparazione e il livello di ricezione del pubblico. Dalla Scuola può nascere il nucleo interpretativo capace di garantire il confronto con il Repertorio, in allestimenti che restano sistematicamente in cartellone e nella disponibilità del Teatro di Genova.
  1. Esiste la Tecnologia. Si tratta di usare il Teatro come è sempre stato usato, ovvero come luogo di scoperta e sperimentazione di tecnologia e di tecniche (teknè). Il video, l’amplificazione, l’illuminazione, sono strumenti di crescita e qualità della prassi teatrale. Il futuro non è un obiettivo, ma una realtà, un potenziale del presente. Il confronto sistematico con la tecnologia non serve a stupire o a intrattenere, ma a creare ulteriori possibilità drammaturgiche e di narrazione. 
  1. Esiste la Politica. Quella del Teatro è un’invasione gioiosa del territorio. Genova e la Liguria devono poter avvertire la presenza del proprio Teatro. L’azione nel territorio è politica. La Politica non è solo amministrazione ed economia, ma pensiero sociale e sguardo in prospettiva. La città e la regione hanno diritto a guardare al futuro con gioia e speranza. Bellezza, testimonianza, memoria, narrazione, poesia: sono queste le parole chiave di un Teatro Nazionale di Genova potente, libero, condiviso, popolare, divertente. 
  1. Esiste la Memoria. Il Teatro Nazionale di Genova deve rappresentare sempre più la società in cui viviamo e ne può guidare il desiderio di profondità. Genova è stata ed è una delle città più teatrali al mondo. E si è sempre confrontata con la propria memoria, individuale e collettiva. Grandi esperienze condivise, come Cinque giorni al porto o Il processo di Savona, sono state momenti fondamentali per capire e raccontare la contemporaneità. Questo è un tempo difficile e straordinario. Siamo nel primo atto di Edipo Re: confrontarsi con la Memoria significa anche continuare assieme l’indagine di Edipo per capire chi siamo. Mai smettere di investigare. Ma sempre nella gioia e nella bellezza.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: