Spettacoli 

Mermaids – Rassegna di canzone d’autrice e d’autore nel Sestiere del Molo

Aperitivi musicali. A cura di Lilith Festival & Label, Coop. Dafne e Coop. Solidarietà e Lavoro

Cominciano giovedì 9 giugno una serie di appuntamenti con la canzone d’autrice e d’autore nel cuore della città, una delle tante formule in cui si declinerà il Lilith Festival 2022: l’antico Chiostro di Sant’Andrea, adiacente all’abitazione di Colombo, ai piedi di Porta Soprana accesso alla città medievale, accoglierà i visitatori per quattro aperitivi musicali nel mese di giugno. Protagoniste e protagonisti cantautrici e cantautori fra i più rappresentativi dell’attuale scena genovese e non solo, che presenteranno i loro più recenti lavori discografici, tutti usciti nell’ultimo anno o poco prima, accompagnati dai propri musicisti. “La pandemia non ha evidentemente fermato il flusso creativo nella nostra città, visto che sono usciti e stanno uscendo in questo periodo lavori discografici di grande rilievo, soprattutto nella scena della canzone d’autrice e d’autore. Per questo abbiamo ritenuto che il nostro apporto nella riqualificazione e rigenerazione del Sestiere del Molo, dovesse e potesse operare questa doppia valorizzazione di spazi molto suggestivi della nostra città e del patrimonio vivo, pulsante rappresentato da alcuni dei migliori talenti della nostra scena musicale. Speriamo di riuscire a dare loro la meritata attenzione non solo dei cittadini genovesi, ma anche dei turisti che stanno scoprendo la nostra città e che vogliamo restino incantati da queste benevole sirene (in inglese “mermaids”)”, dicono le organizzatrici. Le serate sono a cura di Lilith Festival & Label in collaborazione con Cooperativa Dafne e Cooperativa Solidarietà e Lavoro, nell’ambito delle iniziative sostenute dal Patto di Sussidiarietà per la rigenerazione del Sestiere del Molo e sono inserite nel percorso di alcuni pacchetti turistici volti alla scoperta di Genova e in particolare del Sestiere.

Si parte giovedì 9 giugno con il concerto di Roberta Barabino, si prosegue giovedì 16 giugno con quello di Silvia Dainese, mercoledì 22 giugno con Ruben Esposito e giovedì 30 giugno con Max Manfredi, vero e proprio maestro della parola cantata.
Inizio concerti h.19.30 circa. È previsto un ingresso a 10 € comprensivo di aperitivo (focaccia + bevanda).

Roberta Barabino scrive canzoni da quando era ragazzina, da principio per l’esigenza di dire a suo modo qualcosa a qualcuno, per fare un regalo attraverso la musica in una dimensione domestica, amicale. L’incontro ed il lavoro con Bob Quadrelli (leader dei Sensasciou, poeta e cantautore genovese) le dona fiducia nella sua fantasia e le apre le porte dell’underground cittadino, spingendola a misurarsi con un vero pubblico.
Inizia a partecipare ad eventi, festival e qualche concorso, organizza un piccolo studio casalingo dove comincia ad incidere alcuni brani tra i quali “Dieci Mondi” per il cortometraggio prodotto dall’ Apulia Film Commission “Il vento è cambiato” di Massimo Federico. 
Nelle canzoni racconta del vissuto quotidiano dal suo intimo punto di vista, personaggi reali o di fantasia, sogni, momenti autobiografici e mentre si evolve nella composizione, mantiene uno stile personale intriso di delicatezza e semplicità, che resta la cifra per cui sarà apprezzata anche dopo.
La collaborazione con i “Neropaco”, band di “truci metallari”, come li appella affettuosamente, nonostante l’antipodica sensibilità musicale, sarà in nome di un mutuo scambio artistico, tanto che il gruppo la accompagnerà fino alla registrazione del suo primo disco, “Magot”. Prodotto insieme a Raffaele Rebaudengo, violista del Gnu Quartet, e registrato da Raffaele Abbate (Orange Home Records di Leivi), “Magot” sarà il fertile terreno di altri incontri e collaborazioni : Roberto Izzo, Stefano Cabrera, Claudio Borghi, Luca Falomi, Tristan Martinelli, Massimiliano Caretta, Lorenzo Capello e Antonio Marangolo, tra gli amici che partecipano al disco.
Il disco esce nell’ottobre 2011 per EgeaMusic, trova una bella accoglienza da parte della critica ed è terzo nella Sezione Opera Prima del Premio Tenco 2012.
A Novembre 2019 è uscito il suo secondo disco “Il tempo degli animali” prodotto ancora insieme a Raffaele Rebaudengo e registrato al GreenFog studio da Mattia Cominotto, presentato in anteprima a Genova in apertura al concerto di Cristina Doná e Ginevra Di Marco al Lilith Festival 2019.                                           
Al momento Roberta sta scrivendo nuove canzoni e sta lavorando alla produzione di alcune cover che in questo ultimo anno ha sentito particolarmente vicine e ha deciso di reinterpretare a modo suo.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: