diritti e sociale 

Tre musicisti in concerto nel carcere di Pontedecimo, un’intensa esperienza sul piano umano

Evento organizzato dalla casa circondariale di Pontedecimo che ha visto suonare la violinista Angela Zapolla insieme al pianista Alessandro Buricchi ed alla cantante Eva Torrero

«Un’intensa esperienza sul piano umano e una bella occasione per fare della Musica. Un momento di speranza e condivisione, scevro da interessi – dice Zapolla -. Il 19 maggio scorso, su invito della Direttrice D.ssa Paola Penco, ci siamo recati al penitenziario di Genova Pontedecimo, dove ci siamo esibiti per oltre un’ora e mezza per le Detenute del Carcere. Oltre all’accoglienza affettuosa e alla fattiva collaborazione che abbiamo ricevuto fin da subito, sia dalla direzione del carcere, sia dal personale di Polizia Penitenziaria, sia dalle stesse detenute, tutte persone alle quali va manifestata, ancora una volta, la mostra più profonda riconoscenza. È stato il calore umano che si è via via creato durante la performance a lasciarci basìti. Tutte le presenti sono rimaste coinvolte in quel linguaggio universale e di unione che è la musica: vederle cantare, coi lucciconi (che si intravedevano dietro alle mascherine), canzoni come “la Donna Cannone” o “Bocca di Rosa”, esplodere di entusiasmo all’ascolto del romantico tango “Por una cabeza” e ringraziarci di cuore, con un lungo applauso finale, al termine dell’esibizione, ci ha commosso profondamente ed arricchito sul piano personale e professionale, lasciando un ricordo indelebile».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: