Stalkerizza la ex, aggredisce il suo nuovo fidanzato e affitta la sua casa. Quarantunenne finisce a Marassi

left fist

Il commissariato di Cornigliano, che ha indagato sul caso, ha eseguito la misura della custodia cautelare in carcere scattata per il “Codice Rosso”. Indagine del Commissariato di Cornigliano


La Polizia di Stato ha eseguito, venerdì scorso, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Procura di Genova, nei confronti di un 41enne resosi responsabile del reato di stalking nei confronti della ex compagna di 42 anni e di lesioni in danno del nuovo fidanzato al quale aveva procurato una grave frattura del volto che lo aveva costretto a sottoporsi ad intervento chirurgico.

L’attività di indagine svolta dagli uomini del Commissariato di Cornigliano ha permesso di acquisire numerose testimonianze dell’attività persecutoria posta in essere negli ultimi mesi, attività che si è intensificata nel momento in cui l’uomo si era reso conto che la ex compagna, da cui era separato da circa un anno, aveva intrapreso una nuova relazione.

L’aggressione al nuovo compagno, avvenuta il pomeriggio del 13 aprile in piazza Cavour, è l’apice di una serie di aggressioni fisiche nei confronti della donna e del rivale, avvenuti anche in presenza del figlio minore dei due ex.

Lo stalker, inoltre, aveva occupato l’abitazione della ex, subaffittandola ad altre persone.

Venerdì scorso gli investigatori di Cornigliano hanno dato esecuzione al provvedimento cautelare rintracciando l’uomo nel quartiere di Rivarolo.

L’attività di indagine è di rilevante interesse pubblico concernendo la repressione di gravi atti persecutori nei confronti di soggetti deboli.

In copertina: foto di repertorio
Il 41enne è stato così condotto presso il carcere di Marassi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: