Notte nazionale del Liceo classico, il 6 maggio studenti e prof del D’Oria in scena e dietro le quinte

VIII edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico,  dalle 18.00 alle 24.00. “La cultura ci cambia” al Liceo D’Oria: studenti e professori coinvolti in esibizioni e rappresentazioni, sia in scena, sia dietro le quinte. Gli studenti promuoveranno via twitter e su web la Notte del liceo

La rinascita degli studenti che si mettono in gioco: “la Notte Nazionale del nostro liceo quest’anno assume un significato fondamentale – spiega Giulia Baggiani, rappresentante d’istituto –, perché invitando per la prima volta i nostri compagni a lavorare anche dietro le quinte, è stato permesso non esclusivamente ai ragazzi che si esibiranno, ma all’intero corpo studentesco di partecipare al “ritorno in vita” del D’Oria, che risulta essenziale dopo questi due anni così tormentati. Sarà un’occasione per vivere la scuola sia per gli studenti di oggi, sia per quelli di domani”

Gli alunni del Liceo D’Oria hanno infatti partecipato attivamente, e anzi, costituito quasi interamente il gruppo operativo che ha dato vita alla Notte bianca dal punto di vista si artistico, ma anche logistico e organizzativo, per non parlare della comunicazione sui social network e sul web.

Il significato del liceo classico – aggiunge Gaia Tenti, una tra gli organizzatori dell’evento – non si ferma allo studio delle lingue antiche, ma si completa quando mettiamo in pratica ciò che la cultura classica ci insegna: l’importanza della condivisione dell’arte, di far fruttare i nostri talenti, di seguire le nostre vocazioni”

Il programma.

Per far fronte alla situazione sanitaria e permettere a tutti gli spettatori che lo desiderano di assistere all’evento, la serata sarà articolata in due turni: il primo dalle 18.00 alle 20.30 e il secondo dalle 21.00 alle 23:30

La sola differenza tra i turni è costituita dalle due letture ufficiali nazionali che saranno effettuate una alle ore 18.00 e una alle ore 23.30.

Nel restante corso dei turni sarà ripetuto lo stesso programma, costituito da una prima parte di esibizioni dei singoli talenti della scuola che si cimenteranno in discipline teatrali e musicali, dalla musica classica a quella contemporanea, dalla recitazione di poesie a quella di monologhi inediti, e una seconda parte dedicata ai progetti delle classi, durante la quale sarà possibile lasciarsi trasportare da cortometraggi realizzati dagli studenti, camminare tra le strade di Mantova seguendo la sapiente guida di Gonzaga, conoscere Claude Monet attraverso le sue opere, ascoltare le voci di poeti lasciati in disparte durante il secolo scorso e molto altro ancora.

I numeri

18 leesibizioni, circa cinquanta gli studenti coinvolti nell’organizzazione, più di cento quelli coinvolti nelle esibizioni, sei mesi di preparazione e sei ore di spettacolo, il tutto realizzato grazie alla collaborazione di professori e alunni, all’impegno e la costanza dei gruppi operativi  e alla più che significativa quantità di talenti e passioni che si nascondono nei meandri del liceo D’Oria.

La notte dei reporter su twitter e su web

I ragazzi del corso umanistico, che hanno seguito i laboratori di giornalismo e comunicazione documenteranno l’evento su twitter (@DoriaNotte – NotteClassicoLiceoDoria) e su web, realizzando tweet, interviste, video servizi giornalistici, foto-notizie e inviteranno gli ospiti a visitare la piattaforma web dove appaiono gli articoli realizzati dagli studenti reporter: http://lascuolafanotizia.diregiovani.it/author/doriagenova/

Informazioni generali

La Notte Nazionale dei Licei Classici è aperta al pubblico, saranno certamente i benvenuti i professori e gli studenti del liceo con le loro famiglie e amici, ma il liceo D’Oria invita naturalmente anche il pubblico esterno, gli alunni e i professori delle scuole medie che desiderano conoscere meglio la scuola e chi vi studia e lavora, e chiunque sia curioso di scoprire che cosa hanno realizzato i ragazzi in questi lunghi e intensi mesi di preparazione.

Secondo le normative nazionali non sarà necessario esibire certificazione verde base né rafforzata, ma resta obbligatorio l’utilizzo della mascherina all’interno dell’edificio scolastico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: