Cosa fare a Genova Festa della Bandiera 

Festa della Bandiera, Bucci: «Genovesi, esponete con orgoglio le bandiere alle finestre e ai terrazzi»

Venerdì 22 lo srotolamento del bandierone dalla facciata di Regione Liguria. Sabato 23 dalle 16 la cerimonia ufficiale e a seguire bande, sbandieratori, esibizione di pattinaggio creativo. Alle 20.30 la musica del Teatro Carlo Felice in piazza De Ferrari e lo spettacolo piromusicale multimediale.

Un ritorno in presenza, aperto alla cittadinanza, dopo due anni di limitazioni dovute alla pandemia.

«La Festa della Bandiera è un modo per celebrare il nostro essere genovesi – spiega il sindaco Marco Bucci – La croce di San Giorgio è un simbolo di unità, di identità e di coesione, un modo per ricordare a tutti che siamo una grande comunità pronta ad affrontare qualsiasi sfida. Dopo due anni di restrizioni a causa della pandemia, il 23 aprile sarà una grande festa per la nostra città. Genova si colorerà di bianco e rosso grazie ai vessilli che sventoleranno in ogni quartiere. Invito i genovesi a partecipare ai tantissimi eventi che ci saranno in città e ad esporre con orgoglio le proprie bandiere dai terrazzi e dalle finestre, per ricordare la storia millenaria della nostra comunità e per lanciare un chiaro messaggio: siamo pronti alle sfide del futuro».

«Una grande festa in piazza per celebrare la primavera e la ripartenza di Genova e della Liguria – commenta il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti –, una festa che coincide con l’avvio di una manifestazione di straordinaria importanza e attrattività come Euroflora, a cui è dedicato lo spettacolo di luci, musica e fuochi d’artificio che andrà in scena nella serata di sabato 23 aprile. Intanto la nostra regione, in attesa del lungo weekend primaverile del 25 aprile, si prepara a vivere un fine settimana pasquale a livello pre Covid, che si preannuncia di grande successo per il turismo, a Genova come nelle Riviere: le prime proiezioni sono decisamente incoraggianti per un settore che, dopo due anni complessi, è pronto a decollare definitivamente e a replicare i numeri da record della scorsa estate».

Venerdì 22 aprile, alle 18, sarà srotolata dalla facciata di Regione Liguria la grande Bandiera di San Giorgio, mentre già dalla mattina sarà diffuso sui canali social ufficiali del Comune di Genova il video realizzato dai fratelli Andrea e Carlo Parodi sulla bandiera di San Giorgio. Sabato 23, il cuore delle celebrazioni sarà, come nella prima edizione del 2019, Palazzo Ducale dove si terrà, dalle 15.45, la cerimonia alla presenza del sindaco di Genova Marco Bucci e delle massime autorità locali. Ospite d’onore della giornata sarà SAS Principe Alberto di Monaco che scoprirà la targa ricordo nella sala del Minor Consiglio e a cui sarà conferita la cittadinanza onoraria, suggellando l’antico legame tra Genova e Monaco.

La cerimonia di Palazzo Ducale. Nella Sala del Maggior Consiglio si svolgerà la tradizionale investitura dei nuovi Ambasciatori di Genova nel mondo, quest’anno sette: la genovese Maria Elena Bottazzi candidata al Nobel, Andrea Fiumicelli ceo di Dedalus, l’ex calciatore Sebastiano Nela, l’attrice genovese Alice Arcuri, la giornalista genovese Giorgia Cenni, il giornalista e scrittore Antonio Bigotti e il ballerino Jacopo Belussi Durante la cerimonia sarà consegnata la Rosa di Genova – la novità floreale di Euroflora 2022, con i colori della bandiera di San Giorgio – al cappellano della comunità Ucraina a Genova Don Vitalij come omaggio della vicinanza di Genova al Paese oggi in guerra.

Durante la cerimonia, che sarà condotta dalla speaker genovese di Radio 105 Valeria Oliveri, l’intervento musicale “Il bel sogno di Rosetta” in onore del Principe Alberto con il quintetto d’archi del Teatro Carlo Felice con soprano.

La festa in piazza De Ferrari. La Festa coinvolgerà tutto il centro cittadino: cinque bande genovesi, provenienti da altrettanti quartieri, percorreranno ognuna un itinerario diverso tra centro storico, via Venti Settembre, zona Brignole per radunarsi alle 17.30 in piazza De Ferrari dove, al termine della cerimonia ufficiale di Palazzo Ducale, si esibiranno i migliori pattinatori e pattinatrici genovesi, che gareggiano a livello nazionale, in uno spettacolo di pattinaggio creativo e gruppi storici di sbandieratori e musici.

La musica del Teatro Carlo Felice e lo spettacolo piromusicale in piazza. Al termine della cerimonia a palazzo Ducale, a partire dalle 18 animazione musicale in piazza De Ferrari e a seguire lo spettacolo multimediale di immagini, musica e fuochi d’artificio, organizzato da Regione Liguria in collaborazione con Comune e il Teatro Carlo Felice: un evento in onore di Euroflora 2022 ai Parchi di Nervi che apriranno al pubblico proprio il giorno della Festa della Bandiera, il 23 aprile. A partire dalle 20.30 al via lo spettacolo piromusicale tematico multimediale, una novità assoluta per la Regione Liguria. Si tratta di un programma di pirotecnica armonizzata con musiche e immagini ad alta qualità: si partirà con alcuni musicisti del Carlo Felice che, affacciati dalle finestre del palazzo di Regione Liguria, eseguiranno La Toccata dall’Orfeo di Claudio Monteverdi. In contemporanea partirà lo spettacolo di giochi di luce a tema floreale e della primavera a ritmo di musica. Infine, in un crescendo, sempre assieme al videomapping, via ai fuochi d’artificio dal tetto del palazzo, ancora una volta a tempo di musica.

Genova si colora di bianco e rosso. Il 23 aprile, Genova, anche quest’anno, si colorerà di bianco e di rosso. Bandiere issate anche su 25 pennoni, di cui 15 di recente posizionati, da Vesima a Nervi, e poi sul Palazzo di Regione Liguria, sulla facciata del Teatro Carlo Felice, sulla torre Grimaldina di Palazzo Ducale e all’interno dell’arco di trionfo di piazza della Vittoria. Illuminate di bianco e di rosso anche la fontana di piazza De Ferrari e la Lanterna.

Sui mezzi Amt saranno posizionate le bandierine rossocrociate affiancate al tricolore.

Il 23 aprile saranno distribuite dall’associazione nazionale Alpini, nei mercati comunali e nelle piazze di tutti i municipi, le bandiere di San Giorgio.

Due i concorsi fotografici dedicati alla Festa della Bandiera. La prossima settimana il Comune di Genova lancerà una call per invitare i genovesi a inviare la foto del proprio balcone o finestra con esposto il vessillo rossocrociato. Una call dedicata anche ai commercianti che potranno inviare la foto della propria vetrina allestita con una composizione che riproduca il valore storico della bandiera di San Giorgio. Le foto saranno poi visionate da due giurie e per le più belle, scelte tra quattro finalisti, saranno regalati biglietti per Euroflora 2022 e mostre in corso a Genova.

Adotta una bandiera. Per la collocazione dei vessilli di San Giorgio sui pennoni installati e di prossima installazione, il Comune di Genova ha avviato un progetto di sponsorizzazione, rivolto alle imprese, per la manutenzione delle bandiere. Partner del progetto Canepa & Campi srl che si è occupata della messa in posa dei vessilli sui pennoni. Hanno già confermato la propria partecipazione al progetto di sponsorizzazione per la manutenzione: Conad, PSA Italy ed Esselunga.

L’infiorata di Pietra Ligure per la Festa della Bandiera. La sera del 23 aprile, in largo Pertini, attorno alla statua di Giuseppe Garibaldi e nel cortile della Prefettura di Genova, verranno allestite due infiorate, realizzate dai maestri del circolo Giovane Ranzi di Pietra Ligure, in collaborazione con il Comune di Pietra Ligure. «Siamo felici e orgogliosi – dice il sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi – di prendere parte alla grande festa che coinvolgerà tutta Genova il prossimo 23 aprile e che vedrà legati due grandi eventi: la festa della bandiera di San Giorgio, la bandiera di Genova, e l’inaugurazione di Euroflora 2022, iniziativa quest’ultima che si sposa perfettamente con la rassegna internazionale delle infiorate artistiche “Pietra Ligure InFiore” che faremo il 28 e 29 maggio a Pietra Ligure. I maestri infioratori di Pietra Ligure porteranno la loro arte e abilità nel cuore di Genova, con due infiorate: ringraziamo il sindaco di Genova Marco Bucci e il presidente di Regione Liguria per l’ospitalità e per questa bella e per noi importante e preziosa occasione».

Una tradizione antica, quella delle infiorate, molto radicato nel territorio del borgo della provincia di Savona, una espressione etnico-culturale di arte effimera, frutto della storia, della creatività e della abilità, insieme artigianale e artistica, di diverse comunità italiane ed europee. Le due infiorate avranno come tema centrale Euroflora, la bandiera di San Giorgio, e il 25 aprile, giorno della Liberazione. L’infiorata di largo Pertini sarà di 5 metri di diametro, realizzata con fiori freschi nella parte esterna e fiori secchi in quella interna, basata su un motivo geometrico circolare come vuole la tradizione di Pietra Ligure, che richiama una stella, per un totale di circa 6000 fiori. Per realizzarla saranno necessarie 20 persone per un minimo di dieci ore di lavoro. L’infiorata nel cortile interno della Prefettura sarà di 3 metri di diametro, e rappresenterà al centro, con fiori secchi, la bandiera di San Giorgio e bandiera italiana che si sovrappongono, circondate da un disegno di fiori freschi che richiama il contesto del palazzo e un damasco del 1.600. Per realizzarla saranno necessarie 6 persone per almeno 5 ore di lavoro.

La bandiera di San Giorgio in Serie A. In occasione degli incontri di Serie A Sampdoria – Salernitana e di Genoa – Cagliari i ledwall dello stadio Ferraris di Genova mostreranno al pubblico la bandiera di Genova.

Per partecipare alla cerimonia a Palazzo Ducale. Da questo pomeriggio alle 16 è possibile prenotare su Eventbrite, fino a esaurimento posti.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: