Panchina europea di piazza Romagnosi dipinta coi colori della Russia e la Z dei carri armati di Putin

La segnalazione viene dal presidente del Municipio Bassa Valbisagno Massimo Ferrante: «Vandalizzare una panchina, soprattutto se portatrice di un messaggio di valore civico come nel caso di questa iniziativa, patrocinata dal Municipio Bassa Val Bisagno, è un atto vile di per sé, ma ancora più grave se l’intento è quello di trasmettere un messaggio opposto ai valori di una società libera, pacifica e democratica»

«Questa mattina – scrive Ferrante sulla sua pagina Facebook – è stato segnalato che la panchina europea di piazza Romagnosi inaugurata lo scorso 4 marzo è stata deturpata: le stelle della bandiera dell’UE sono state coperte con vernice rossa e bianca, che insieme al blu rimasto sembrano far riferimento alla bandiera della Federazione Russa: lo conferma l’aggiunta di un simbolo molto simile alla Z che abbiamo visto comparire sui mezzi militari dell’esercito russo in Ucraina e che alcune personalità e civili russi stanno esibendo in segno di sostegno alla guerra. Vandalizzare una panchina, soprattutto se portatrice di un messaggio di valore civico come nel caso di questa iniziativa, patrocinata dal Municipio Bassa Val Bisagno, è un atto vile di per sé, ma ancora più grave se l’intento è quello di trasmettere un messaggio opposto ai valori di una società libera, pacifica e democratica. Questo gesto spregevole rende evidente quanto questa guerra di aggressione rappresenti una minaccia per questi valori e di quanto sia necessario continuare a supportare il popolo ucraino e i cittadini russi contro la guerra. Proprio a partire da questa panchina, che sarà presto ridipinta».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: