In trecento a Sampierdarena per dire no ai depositi chimici. Forti disagi alla viabilità

Il presidio contro il trasferimento in porto da Multedo dei depositi si è tenuto in piazza Montano. Alla testa dei manifestanti, comitati e associazione ambientaliste, il presidente del Municipio Medio Ponete Michele Colnaghi (M5S). Tanti gli slogan contro Bucci e Toti

È stato lo stesso Colnaghi a interpretare i progetti del Comune per Sampierdarena come un ristoro per il posizionamento dei depositi in area portale davanti alla delegazione.

one, nonostante che il sindaco Marco Bucci abbia già spiegato che non si tratta di una contropartita: «La nostra salute non è in vendita» ha detto il presidente del municipio al microfono. Per la manifestazione, infatti, è stato organizzato tutto in maniera puntigliosa. In piazza sono stati portati anche i bimbi delle scole, con gli striscioni.

Colnaghi ha ricordato che contro i depositi sono state raccolte «in poche ore le firme di 1.500 cittadini» e che è stato presentato «all’Autorità di sistema portuale un documento con tutte le obiezioni, stilato da avvocati che si sono messi a disposizione del territorio». Sempre il presidente del Municipio ha annunciato manifestazioni e cortei per portare la protesta sotto Palazzo San Giorgio (sede dell’Autorità Portuale) e sotto Palazzo Tursi, sede del Comune.

Comitati e presidente hanno detto che per Carmagnani e Superba, che da decenni sono presenti a Multedo, a 5 metri dalle case, vogliono l'”opzione zero”, cioè la chiusura.

Fortissimi i disagi alla viabilità, già in tilt per la chiusura di parte di via Buranello per il cedimento di un tunnel sotto la strada e per il traffico dello shopping di Natale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: