Oggi a Genova 

Polizia locale, pizzicato ristoratore no green pass senza certificato e con esenzione Dpi di medico sospeso

Gli agenti del nucleo Commercio del reparto Sicurezza urbana hanno chiesto al titolare di indossare la mascherina. Lui lo ha fatto, ma, buon peso, ha fornito anche un certificato di esenzione firmato da un medico sospeso dall’Ordine per il rilascio di di certificati ritenuti fasulli dalla Procura di Forlì

Nell’ambito dei controlli della Polizia locale, il nucleo Commercio del reparto Sicurezza urbana ha sanzionato ai sensi delle normative statali per il contenimento del contagio da Covid il titolare di un pubblico esercizio di via Fiasella, lo stesso esercizio che nel mese di aprile 2021 era stato sanzionato dal personale dell’Unità territoriale Centro perché in un periodo in cui i locali potevano somministrare all’interno solo alle persone delle aziende convenzionate per il servizio di mensa, somministrava anche a non convenzionati.

Tutti in regola, questa volta, i clienti, così come i dipendenti. Il titolare, però, risultava sprovvisto di green pass ed era senza mascherina, obbligatoria al chiuso. L’uomo, pur ottemperando all’invito ad indossare il dispositivo di protezione individuale, mostrava una certificazione di esenzione dell’utilizzo firmata da un medico risultato sospeso dal suo Ordine professionale proprio per il rilascio di certificati ritenuti fasulli dalla Procura della Repubblica di Forlì.

Nel corso dello stesso servizio sono stati controllate dalla Polizia locale anche tre palestre del centro, riconosciute perfettamente in regola, nel rispetto delle normativa di legge anti covid.

Gli uomini del nucleo Commercio della Sicurezza Urbana della Polizia locale hanno, invece, materialmente, sanzionato il titolare di una sala Bingo del centro cittadino durante un servizio congiunto con la Polizia di Stato perché all’interno sono stati trovati trenta clienti intenti a giocare senza mascherina.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: