La Polizia Scientifica al “Festival della Scienza”. Scena del crimine a Palazzo Reale

Prevista anche l’esposizione “Mappare l’invisibile. Investigazioni tra scienza e storia” a cura dell’Ufficio Servizi Generali-Archivi del C.N.R. e dell’Ufficio Storico della Polizia di Stato, in cui verrà mostrata la strumentazione d’epoca in uso presso la Scuola di Polizia Scientifica utilizzata per la documentazione fotografica e per il fotosegnalamento

Da domani e fino al 1º novembre, la Polizia Scientifica di Genova sarà presente al “Festival della Scienza”, uno dei più grandi eventi di diffusione della cultura scientifica intimamente legato alla nostra città e alla regione Liguria, che si svolgerà in presenza al Palazzo Reale, Teatro del Falcone, via Balbi, 10.

Per l’occasione, il Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica per la Liguria ha allestito uno spazio espositivo, collocato all’interno di Palazzo Reale, dove si alterneranno diverse attività:

  • Laboratorio con ricostruzione virtuale di una scena del crimine mediante il sistema Laser Scanner Geosystem che apparirà ai partecipanti come una vera e propria mappa in cui potranno navigare, muovendosi interattivamente in un ambiente 3D.Esposizione della riproduzione fotografica della mostra “Frammenti di Storia. L’Italia attraverso le impronte, le immagini e i sopralluoghi della Polizia Scientifica”;
  • Presentazione il 30 ottobre dell’evento intitolato “Mappare l’invisibile. Investigazioni tra scienza e storia” a cura dell’Ufficio Servizi Generali-Archivi del C.N.R. e dell’Ufficio Storico della Polizia di Stato, in cui verrà mostrata la strumentazione d’epoca in uso presso la Scuola di Polizia Scientifica utilizzata per la documentazione fotografica e per il fotosegnalamento.
  • Dal 28 ottobre al 1 novembre, questa iniziativa avrà spazio in forma ridotta all’interno del laboratorio proposto con il titolo “Pillole di Storia”: la strumentazione, la documentazione segnaletica e dattiloscopica originale, in uso ai padri della Polizia, sempre a cura dei suddetti Uffici.

I dettagli dell’iniziativa sono presenti sul sito ufficiale del Festival della Scienza al seguente link: http://www.festivalscienza.it/…/il-delitto-in-tre…, attraverso il quale è anche possibile prenotare i posti per partecipare ai laboratori.

Le mappe sono un mondo da esplorare, e in un certo senso anche la scena di un crimine può considerarsi una mappa in cui durante il sopralluogo, con opportune tecniche e strumenti, si possono ricercare tracce e corpi di reato da analizzare in laboratorio, esaltare impronte invisibili, repertare fluidi biologici da cui estrarre profili genetici o ricostruire la dinamica dell’evento studiando forma dimensione e disposizione delle macchie di sangue.La Polizia Scientifica è dotata di strumenti all’avanguardia, come il Laser Scanner Geosystem che consente di realizzare una serie di scansioni 3D del luogo in cui si è consumato un crimine e di elaborare una mappa di punti che, opportunamente processati con software specifici, consentono di ricreare ambienti sia esterni che interni, nei quali poter navigare a posteriori. La scena del crimine ricreata virtualmente con questo sistema apparirà quindi al pubblico come una vera e propria mappa in cui i partecipanti potranno navigare, muovendosi interattivamente in un ambiente 3D. Verranno illustrate le principali tecniche di analisi delle tracce e dei reperti, per consentire agli spettatori di contribuire in prima persona alla ricerca sulla scena di elementi utili alla ricostruzione del reato e di confrontarsi con gli investigatori sull’ipotetica risoluzione del caso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: