“I pedanti sull’altro lato”. Curiosità per il cartello a Nervi, ma è poesia

Sulla passeggiata, su uno dei pali comunali, è comparsa questa scritta. In tanti si chiedono a cosa sia riferita. Non è un’indicazione per lavori in corso. Si tratta dell’iniziativa di un poeta che gira tutta Italia

I pedanti? No, non “i pedoni”, ma “i pedanti”. Consultiamo la Treccani alla voce “pedante“: «In origine, maestro di scuola, istitutore, pedagogo. Nell’uso moderno, e per lo più in senso spregiativo, si dice di chi nell’insegnamento o nello studio si richiama continuamente alle regole, osservandole o facendole osservare con scrupolo meticoloso e scarsa intelligenza».

Il cartello è frutto dell’iniziativa di un poeta di strada che gira l’Italia coi suoi cartelli, i cestini dei rifiuti tappezzati di parole, poesie stese come panni ad asciugare. Nel 2013 ha anche creato un blog.

Qui il sito internet di Andrea Masiero, in arte Ma Rea

Foto di Enrica Guidotti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: