Controlli green pass all’imbarco traghetti, ognun per sé

Gnv controlla con proprio personale prima dell’ingresso del terminal, Moby-Tirrenia fa controllare dagli addetti al check-in sottobordo, quando i passeggeri sono già in area portuale

Come funzionano i controlli del green pass in area portuale, per l’imbarco sui traghetti?

Il controllo dei green pass per imbarcare sui traghetti è un lavoro delicato. Alla luce della “fronda no green pass”, non si sa come i passeggeri possono reagire. Gnv effettua il controllo al terminal, dove ci sono anche le guardie giurate. Il gruppo Onorato (Moby-Tirrenia), invece, fa effettuare i controlli sottobordo dalla cooperativa addetta al check-in, quindi i passeggeri accedono al porto non controllati: potrebbero anche non avere il green pass e se sprovvisti non si sa come potrebbero reagire e potrebbe non essere facile convincerli ad uscire dall’area.

È evidente che si potrebbero creare tensioni. Nell’area opera, comunque, la Polizia di Frontiera. Al momento non sembra impegnata nei controlli l’Autorità portuale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: