Trovato morto l’escursionista genovese disperso da giovedì in Valle d’Aosta

L’uomo era uscito per andare per funghi e il suo cellulare risultava spento. Dopo due giorni di ricerche, il corpo del 72enne è stato avvistato dall’elicottero del Soccorso Alpino

Il corpo dell’anziano, Massimiliano Callori, è stato trovato in una zona boschiva, su un sentiero che va da Tsapy a Freydevaz, in val Sapin.

L’uomo era in vacanza con la famiglia a Pré-Saint-Didier. Da lì giovedì mattina era uscito dicendo di voler andare a cercare funghi. Non è più rientrato e il cellulare risultava spento. A dare l’allarme era stata la moglie. Le ricerche sono iniziate giovedì sera con squadre appiedate e unità cinofile e ieri, venerdì, anche con l’elicottero. L’auto del genovese era stata ritrovata parcheggiata all’imbocco del sentiero per il rifugio Bertone.
Le ricerche, coordinate dai vigili del fuoco e a cui hanno preso parte le guide del soccorso alpino valdostano, gli uomini del corpo forestale dalle Valle d’Aosta, le forze dell’ordine e i volontari della protezione civile, si sono interrotte solo stamani quando, purtroppo, Callori è stato trovato morto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: