Profughi afgani, ne arriveranno fino a 350. Si cercano strutture per ospitarli

L’assessore regionale alla Protezione civile Giampedrone: «Le prefetture si stanno organizzando per cercare strutture diffuse dove ospitarli. Sono principalmente famiglie e non si possono spezzare»

Per adesso i 206 profughi che sono a Sanremo e gli 8 sistemati a Genova sono in quarantena che termineranno i primi lunedì e i secondi alla fine della prossima settimana. Le quattro prefetture, spiega Giacomo Giampedrone, stanno cercando luoghi dove sistemare tutte queste persone. I profughi in quarantena, fino a 15, potranno essere ospitati dalla Regione Liguria nella struttura deputata alle quarantene ad Albaro, in via Liri. Non esistono, invece, strutture di Protezione civile per ospitare le persone post quarantena, ma l’ente mette a disposizione le strutture usate per i malati non gravi nei momenti più difficili della pandemia. Alla ricerca di luoghi dove ospitarli dopo c’è anche l’Anci. Coinvolti anche gli enti del Terzo settore in cui, su disposizione dell’assessore Ilaria Cavo, è in corso una ricognizione. Si tratterà di una collocazione temporanea nell’attesa di far partire i progetti di integrazione che porteranno i profughi a inserirsi nella società e a condurre una vita normale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: