Il dramma della Sardegna divorata dalle fiamme, Liguria pronta ad aiutare

Ben 1.500 persone evacuate, abitanti e turisti,abitazioni danneggiate, un centinaio di ettari di territorio divorati dal fuoco nel Montiferru, nell’Oristanese, oltre che nel Nuorese, in Ogliastra e nel Sassarese. Oltre 20mila ettari di boschi, oliveti e campi sono andati in fumo. I roghi sono di certa origine dolosa

La Regione Sardegna, ha approvato lo stato di emergenza per poi chiedere lo stato di calamità da parte del Governo.

«Regione Liguria è pronta ad aiutare la Sardegna con ogni mezzo che ha a disposizione – dicono il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone -. Viviamo con preoccupazione, angoscia e dolore queste ore drammatiche che sta vivendo la Sardegna, devastata da incendi che stanno assumendo dimensioni senza precedenti. Siamo vicini a tutta la popolazione e ai sindaci che stanno affrontando questa emergenza e stiamo seguendo con grande attenzione l’evolversi della situazione, mettendoci a disposizione per fronteggiare le emergenze del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. Sardegna non mollare!».

Foto da Twitter e dai Vigili del fuoco

Al lavoro per tentare di contrastare le fiamme ci sono 7500 uomini tra Corpo forestale, Vigili del fuoco, Protezione civile, volontari, ma anche Croce Rossa Italiana, Carabinieri e Polizia di Stato, in volo sette Canadair, più due dalla Francia, 11 elicotteri della flotta regionale, tra i quali il Super Puma, un elicottero dei vigili del fuoco e uno dell’Esercito. Dopo i due canadair inviati dalla Francia con un equipaggio di 10 piloti e 15 tecnici, arriveranno domani altri 2 Canadair dall’Unione europea.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: