Furti , vandalismo e disturbo della quiete pubblica, il covo del 24enne era negli ex bagni Monumento

Fermato dalla Polizia di Stato e dalla Locale che hanno effettuato un sopralluogo a seguito delle lamentele dei cittadini. Aveva con sé molte delle cose rubate nei giorni scorsi in due stabilimenti balneari attivi. Nei ruderi degli ex bagni, nei giorni scorsi, un uomo aveva salvato una ragazza dalla violenza di un altro uomo. È possibile che in città una zona così pregiata, per giunta di proprietà pubblica, resti nell’abbandono, nel degrado e diventi un non luogo dove si nascondono delinquenti e maniaci? L’iter di assegnazione va avanti da tempo per un ricorso e nel frattempo non si sono adottati idonei sistemi per evitare l’accesso

Qui tutto l’iter dell’assegnazione che va avanti da tempo a causa del ricorso

La Polizia di Stato ha effettuato ieri sera un fermo di PG nei confronti di un egiziano di 24 anni per il reato di furto aggravato.
Gli uomini del Commissariato Foce Sturla, a seguito di esposti dei cittadini del quartiere riguardanti episodi di degrado e di turbativa della quiete pubblica presso la spiaggia di Vernazzola, di via Antica Romana nonché dell’ex stabilimento balneare “Bagni Monumento”, ieri sera hanno effettuato un servizio mirato in collaborazione con 6 operatori della Polizia Locale.
Durante l’attività gli agenti, proprio nello stabilimento abbandonato, hanno sorpreso il 24enne, che aveva utilizzato una stanza come dormitorio, in possesso di svariati oggetti poi risultati rubati in due stabilimenti balneari nei giorni scorsi
In effetti uno degli operatori lo ha immediatamente riconosciuto, grazie alle riprese delle telecamere fornite dai titolari degli esercizi in sede di denuncia, come l’autore di due furti.
Il primo, avvenuto lo scorso 12 luglio, presso il ristorante “Il Focone” all’interno dello stabilimento Paolo e Lelle, dove il giovane ha rubato 120 euro in contanti, tre tablet, un paio di cuffie professionali da DJ e svariati generi alimentari.
Il secondo, martedì 13 luglio, invece presso lo stabilimento Baccano dove il ladro ha asportato un coltello da sushi, un bicchiere in rame pieno di monete e due radioline ricetrasmittenti; oggetti tutti rinvenuti nella stanza dove dormiva il giovane.
Il 24enne, pluripregiudicato e tratto in arresto lo scorso 3 luglio dai Carabinieri di Arenzano per un analogo furto commesso nella località Cogoleto, è stato accompagnato presso il carcere di Marassi a disposizione dell’AG.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: