Il leghista Bertorello “strattona” i suoi stessi assessori: «Ora basta, il centro sociale Tdn va sgomberato»

Personaggi e interpreti: Federico Bertorello, consigliere della Lega e presidente del Consiglio comunale; Giorgio Viale, leghista, assessore alla Sicurezza; Stefano Garassino, leghista, assessore al Patrimonio. Comunicato stampa ufficiale del primo: «La sentenza del Tar va fatta rispettare, su questo la Lega ha le idee chiare». Peccato che chi all’interno dell’Amministrazione comunale, oggetto dell’attacco, dovrebbe far partire lo sgombero e fino ad ora non lo ha fatto e chi dovrebbe coordinare l’esecuzione (insieme alle forze di polizia) sia proprio della Lega

Le elezioni comunali sono tra meno di un anno e l’aria s’è già fatta frizzantina. Si sprecano i selfie sui social, le dichiarazioni con tutto e il contrario di tutto, le discese in picchiata sui gruppi social di quartiere per tentare di arraffare i consensi. Questo è il clima di un po’ tutto l’arco costituzionale, con tanto di sfide interne. Perché far vincere lo schieramento e far prendere voti al partito è importante, ma ormai la battaglia è per i voti personali, da strappare a quelli della stessa lista.

Sa un po’ di manovra di questo tipo il comunicato di questa mattina di Federico Bertorello, leghista, presidente del consiglio comunale, che lancia un monito all’amministrazione comunale. Peccato che gli assessori competenti siano dello suo stesso partito, come lui seguaci di Alberto da Giussano.

«Bisogna sgomberare il Tdn e fare il parco giochi e l’isola del riciclo – scrive nero su bianco Bertorello -. La sentenza del Tar deve essere rispettata, l’amministrazione comunale non può ignorarla. Il centro sociale Terra  di Nessuno deve essere sgomberato per effetto del mancato pagamento dei  canoni e della scadenza della concessione. La legge è uguale per  tutti, a Genova tutti i presìdi di illegalità devono essere chiusi o  eliminati. I tempi sono maturi per intervenire a tutela dei cittadini dell’area di via Bartolomeo Bianco che chiedono a gran voce l’area  giochi per bambini e la costituzione dell’isola del riciclo per i  rifiuti. È tempo che tutte le forze politiche scelgano da che parte  schierarsi, se coi cittadini del Lagaccio o dalla parte dell’illegalità diffusa. La Lega su questo ha le idee chiare». Sicuro sicuro? Perché gli unici assessori competenti sono proprio della Lega e se c’è qualcuno che può far partire l’iniziativa e che non lo ha fatto fino ad ora è proprio di quel partito.

Foto: pagina Fb Tdn

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: