Proteste al centro vaccinale di San Benigno. I prenotati Moderna dirottati su Astrazeneca

La Regione: «In Liguria alle persone nella fascia di età tra i 60 e i 79 anni verrà somministrato il vaccino Astrazeneca (Vaxzevria), in accordo con le disposizioni contenute nella circolare del ministero della Salute (nº 14358 del 7 aprile 2021) inerente l’aggiornamento delle raccomandazioni sul suo utilizzo e con l’ultima ordinanza del Commissario per l’Emergenza Covid-19, generale Figliuolo (del 9 aprile scorso) che prevedono l’utilizzo di Astrazeneca preferibilmente per le persone over60 anni»

Molti i cittadini che oggi sono arrivati al centro vaccinale di San Benigno convinti di ricevere il vaccino Moderna e sono stati informati sul posto che sarebbero stati vaccinati con Astrazeneca. Sono parecchi quelli che hanno rifiutato.

Alla luce delle indicazioni del Commissario nazionale, Alisa ha diffuso una nota agli hub in cui attualmente vengono vaccinate persone con età tra 70 e 79 anni (che non abbiano patologie tali da rientrare tra gli “estremamente vulnerabili”) per procedere con la campagna vaccinale utilizzando il vaccino Astrazeneca.
«Si ricorda che i vaccini “freeze” a mRNA Pfizer e Moderna sono invece specificamente indicati per la fascia di età over80 e per le persone ‘estremamente vulnerabili’ a prescindere dall’età – spiega una nota della Regione -. Inoltre, a fronte della raccomandazione del ministero per l’utilizzo preferenziale di Astrazeneca agli over60, Regione ha deciso di sospenderne la somministrazione alle persone con meno di 60 anni, a cui verranno somministrati i vaccini Pfizer o Moderna o altri vaccini che si rendessero disponibili in futuro per queste fasce di popolazione».

AGGIORNAMENTO: in serata alcuni cittadini denunciano anche una lunga coda e ritardi consistenti pari a quasi un’ora.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: