Sabato: ragazzi appiccicati in centro, molti con mascherina abbassata o addirittura senza

L’apertura delle scuole superiori ha inciso sull’aumento dei casi covid: un costante equilibrio “costi-benefici” tra la pandemia e la necessità dei più giovani. Ma cosa fanno i ragazzi fuori dall’orario scolastico?

I cinema sono chiusi, i centri commerciali sono chiusi, gli impianti sportivi sono chiusi, il tempo è brutto e non vale la pena pare una passeggiata sul mare. Cosa resta da fare ai ragazzi? Queste foto sono state scattate oggi alle 16 in via Bartolomeo Bosco, nel centro cittadino. Ci sono due gruppi di ragazzi. Uno solo maschile, l’altro prevalentemente femminile. Due su tre hanno la mascherina completamente abbassata o sotto il naso. Abbiamo dovuto oscurare i volti, com’è doveroso, perché si tratta di minori, ma vi assicuriamo che la situazione è di mancato rispetto delle regole e non solo per la mancata distanza tra una persona e l’altra. Facile prevedere che se solo uno fosse positivo sarebbero tutti contagiati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: