Rimandata di un mese la temutissima riduzione a una corsia della A7

Era prevista per il 18 gennaio la riduzione a una sola corsia della A7, in prossimità della confluenza della A10 Est con la A7 nord. Ora è tutto rimandato di un mese

Il Comune, molto preoccupato, aveva organizzato la chiusura di cantieri anche privati sulla viabilità urbana e un servizio della Polizia locale ad hoc, con percorsi per i mezzi pesanti diretti al porto si riverseranno in città.

La circostanza aveva causato anche reazioni politiche da parte della gran parte dei partiti.

Oggi, a fine mattinata, è arrivata la notizia: la chiusura è rimandata di 30 giorni.

Il comunicato ufficiale di Aspi

Lavori ripianificati per ridurre gli impatti sulla viabilità, eseguendo contemporaneamente anche le attività previste nella galleria Monte Galletto sulla stessa tratta.

Genova, 14 gennaio 2021 – Verrà posticipato al 15 febbraio il cantiere inizialmente previsto per il 18 gennaio in A7, dal km 131.900 al Km 131.200 in direzione Nord, e finalizzato al proseguimento dei lavori già avviati per la riqualifica delle barriere bordo ponte. La nuova data di avvio dei lavori, comunicata nella mattinata odierna alla Prefettura di Genova, è motivata dalla possibilità di allineare gli interventi sulle barriere laterali con i lavori di manutenzione nella galleria Monte Galletto, al KM 128.500 della A7.

In questo modo sarà possibile chiudere una sola volta la tratta interessata dai due interventi, che verranno così effettuati contemporaneamente dal 15 febbraio, limitando i riflessi sulla viabilità a un solo periodo temporale, ancora con ridotti volumi di traffico attesi, ottimizzando le necessarie limitazioni alla circolazione. Nella galleria Monte Galletto è infatti appena terminata la fase di assessment ed è in corso la progettazione degli interventi di riqualifica necessari. I provvedimenti da adottare sulla circolazione e i conseguenti percorsi alternativi per limitare i disagi saranno naturalmente valutati e condivisi in sede di COV. Gli interventi rientrano nel piano di riqualifica e ammodernamento che Autostrade per l’Italia, in accordo con il Mit, ha avviato su tutta la rete ligure.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: