Aggredisce lo zio con un coccio di bottiglia. Arrestato dalla Polizia

Nei guai un 24enne. Il giovane ha prima spaccato sulla testa del familiare la bottiglia, quindi ne ha brandito il coccio. Quando i poliziotti lo hanno fermato, si è giustificato raccontando i guai familiari all’origine della ruggine tra lui e il parente

È successo ieri alle 15 in via Giovanni Tomaso Invrea. I poliziotti dell’U.P.G. hanno arrestato per il reato di lesioni aggravate e minacce un 24enne genovese. Il giovane, al culmine di un violento litigio scaturito con lo zio a causa di questioni famigliari irrisolte, gli ha spaccato sulla nuca una bottiglia di vetro per poi ferirlo al collo con un coccio. L’uomo è riuscito a sottrarsi al suo aggressore scendendo in strada dove è stato soccorso da un vicino. Gli agenti intervenuti hanno trovato il ragazzo poco distante mentre si stava allontanando. Immediatamente bloccato, non ha opposto alcuna resistenza e ha cercato di giustificare il suo gesto raccontando le vicissitudini famigliari che lo avrebbero portato ad odiare lo zio.

La vittima è stata medicata per le ferite ricevute giudicate guaribili in 20 giorni, mentre il 24enne è stato condotto presso il carcere di Marassi a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

In copertina: foto d’archivio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: