Bidoncini dell’umido self service per cinghiali, l’appello del Municipio

Il presidente della Bassa Valbisagno Massimo Ferrante scrive all’assessore Campora e ad Amiu: <Misure immediate o sosterremo la giusta protesta degli abitanti>

<Arrivano numerosissime lamentele sulla collocazione dei bidoncini dell’organico soprattutto nelle zone collinari della Bassa Val Bisagno – scrive Ferrante -. Nello specifico, come si evince dalle foto allegate relative ad alcune situazioni di via Berghini e via Giovanni XXIII, i bidoncini, per le loro ridotte dimensioni e per la ormai costante presenza di ungulati, soprattutto nelle ore serali e notturne, vengono continuamente ribaltati spargendo il loro contenuto lungo la strada. Questo, chiaramente, oltre ad essere inaccettabile, aumenta il carico di lavoro degli operatori Amiu e inficia totalmente l’obiettivo della raccolta dell’organico. Con la presente sono a chiedervi la rimozione dei suddetti bidoncini, almeno nelle zone collinari e la successiva collocazione di altri con dimensioni maggiori o, in alternativa, l’ancoraggio degli stessi in modo da impedirne il ribaltamento da parte degli ungulati. In assenza di risposte immediate, il Municipio non potrà che sostenere le probabili proteste dei cittadini che, a dispetto del pagamento delle tasse locali non avvertono di ricevere abbastanza attenzioni con un servizio di qualità>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: