Sant’Egidio chiede aiuto per regalare ai meno fortunati un Natale con cibo e regali

Iniziativa solidale “Sarà un Natale diverso ma con gli amici di sempre”, lanciata dalla Comunità di Sant’Egidio per regalare, anche quest’anno e nonostante le difficoltà legate alla pandemia, il calore e la gioia del Natale alle persone più fragili

L’iniziativa, sostenuta da una campagna sms attiva fino al 28 dicembre, consentirà alla Comunità di Sant’Egidio, che tutti i giorni sostiene chi è povero e solo, di offrire pasti caldi e regali a coloro che ne hanno più bisogno, perché non siano lasciati soli proprio in questa festività. <Quest’anno più che mai, con lo scoppio della pandemia e la crisi economico-sociale che ha colpito in particolare i più poveri e creato nuove situazioni di bisogno, è fondamentale rafforzare la rete di solidarietà per dare aiuto, coraggio e speranza – dicono a Sant’Egidio -. Per far fronte alla nuova emergenza economica la Comunità di Sant’Egidio, da marzo a ottobre 2020, ha incrementato il lavoro delle mense per i poveri, distribuendo oltre 6.000 pasti a settimana. Nelle diverse città italiane in cui è presente, Sant’Egidio ha aperto oltre 50 nuovi centri di distribuzione e donato 150.000 pacchi alimentari per una media di ca. 18.750 pacchi ogni mese (oltre il doppio dello scorso anno durante il quale i pacchi distribuiti mensilmente erano ca. 7.500)>.

Complessivamente la Comunità ha aiutato chi aveva bisogno oltre due volte e mezzo in più rispetto al 2019.

Solo in Liguria, nel 2020, sono stati aperti 5 nuovi centri di distribuzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: