Taccheggiatori razziano insieme le catene di via XX, arrestati in coppia

Tra i due, vent’anni di distanza e un “lavoro” in comune, quello di ladro di scaffali. La Polizia locale li ha fermati con la refurtiva appena fuori dalla Upim dopo essere stata avvertita dal personale del negozio. Uno dei due aveva addosso una giacca appena rubata da H&M

Il nucleo Reati predatori del I Distretto territoriale di Polizia locale ha arrestato, sabato scorso, due soggetti, uno di 28 e uno di 48 anni, complici di furti in punti vendita di via XX Settembre. I due, entrambi di nazionalità tunisina, regolari sul territorio nazionale, con precedenti specifici, senza fissa dimora e senza lavoro e mezzi di sostentamento, sono stati bloccati dagli agenti, avvertiti dal personale di sorveglianza, all’uscita del grande magazzino Upim. Uno dei due era appena entrato in un camerino con una giacca prelevata dall’esposizione. Il personale del negozio, individuatolo come persona dedita ai taccheggi e avvicinatosi per capire cosa stesse facendo, ha sentito distintamente il rumore della rottura della placca antitaccheggio del capo, aperta presumibilmente con un cacciavite che è poi stato trovato addosso all’uomo. Fuori dal camerino, a fare da palo, l’altro soggetto, che indossava una giacca poi risultata appena sottratta al punto vendita H&M, sempre in via XX Settembre. Sono stati entrambi arrestati per furto in concorso tra loro e portati nelle camere di sicurezza della Questura a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: