Il cacciatore che ha sparato e ucciso indagato per omicidio colposo e per omissione di soccorso

Sono indagati, sempre per omissione di soccorso, le due persone che erano con lui e che allo stesso modo sono andate via senza soccorrere il cacciatore 58enne che ha perso la vita

Ha sparato e, invece che prestare soccorso a Flavio Balladore, l’uomo morto ieri sulle alture di Bolzaneto a seguito dell’incidente di caccia, si è allontanato. Per questo il 30 enne è stato indagato, oltre che per omicidio colposo, anche per omissione di soccorso. Lui e i suoi amici se ne sono tornati a casa come se nulla fosse. Pare che i soccorsi non sarebbero serviti a nulla perché il cacciatore non è sopravvissuto al colpo ricevuto, che lo ha stroncato all’istante (sarà l’autopsia a stabilirlo e in caso contrario la posizione dei tre si aggraverebbe), ma questo non cambia le accuse del pubblico ministero Giovanni Arena, che questa mattina ha iscritto i tre nel registro degli indagati.
Resta il fatto che è stato il figlio della vittima a chiedere aiuto, a chiamare i soccorsi. Mentre i tre tornavano a casa. Per il procuratore capo Francesco Cozzi <essersi allontanati senza prestare soccorso è un comportamento più grave dell’incidente di caccia>.

In copertina: foto d’archivio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: