“Sbarazzo della Lanterna”, mattinata in coda per comperare cose usate

Segno della crisi Covid: oltre alle 200 persone che la struttura può contenere, stamattina, davanti al capannone di San Quirico almeno altri 50 si sono presentate chiedendo di entrare a fare acquisti. È stato necessario regolamentare la coda per evitare assembramenti

Nel capannone del mercato dei fiori in via Semini, oltre ai venditori, ci stanno al massimo 200 persone. Lo spazio è ampio, ma le norme anti Covid hanno contingentato gli ingressi. Così, alle 8:15 c’erano già più di 50 persone, italiane e straniere, fuori dallo “Sbarazzo della Superba” che tentavano di entrare. Dentro si comperano cose usate, frutto di sgombero di cantine e case e talvolta prese dalla spazzatura e ripulite dai robivecchi. Costano poco e in tanti non possono permettersi gli acquisti nei negozi e nei supermercati perché la crisi ha lasciato tante persone a casa dal lavoro, nel migliore dei casi a fare i conti con la cassa integrazione.
Si è reso necessario l’intervento della Polizia locale per garantire il distanziamento all’esterno. La coda è stata smaltita solo alle 10:30.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: