Ale è ufficialmente morta, raccolta fondi per la famiglia

Gli amici e la famiglia la piangono da ieri, quando è sopravvenuta la morte cerebrale. Ma Alessandra Parente, 46 anni, investita da uno scooter in via Mogadiscio due giorni fa, è ufficialmente deceduta solo stasera, quando è terminata l’osservazione. Il Cesto lancia una raccolta fondi per aiutare la sua famiglia. “Ale” lascia il marito e due bambini

Era ricoverata nella Rianimazione del 3° piano del Monoblocco del San Martino. L’ospedale ha comunicato stasera il decesso.
Il 19 novembre scorso uno scooter che ha superato un bus l’ha falciata. Sembrava non dovesse sopravvivere: quando i soccorritori sono arrivati il polso non si sentiva più. Poi i militi della Pubblica assistenza San Gottardo e i sanitari dell’auto medica, inviati dal 118, sono riusciti a rianimarla e a intubarla sul posto prima del trasporto in ospedale dove, però, le sue condizioni sono sembrate subito disperate. La famiglia ha deciso di donare gli organi. Il guidatore del mezzo che ha travolto “Ale”, un uomo non giovanissimo, era sobrio e non poteva essere abbagliato dal sole. Questo hanno stabilito, fino ad ora, le indagini del nucleo Infortunistica del Reparto Giudiziaria che dovrà ricostruire la dinamica dell’incidente. Per il guidatore dello scooter scatta, ora, l’accusa di omicidio stradale.
La morte cerebrale di Ale è arrivata ieri, quando sono cominciati i messaggi di cordoglio anche sui social.

Ora è cominciata la gara di solidarietà per la famiglia.
Chiunque voglia lasciare una piccola donazione può farlo tramite:
– Paypal > amministrazione@ilcesto.org
– Bonifico bancario > Iban IT22Z0306909606100000137060 intestato a IL CESTO COOPERATIVA SOCIALE causale “Uniti per Ale”
– Passare alla sede del Ce.Sto da lunedì a venerdì dalle 9 alle 16

Per informazioni:
-Federica Scibetta (Coordinamento scuole) 339 363 0931
-Roberta Pacini (Amici del Centro Storico) 348 764 6444

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: