Senza lavoro, si reinventa spacciatore. Denunciato dalla Polizia

Ad avvertire il commissariato sono stati i cittadini della zona di residenza del 32enne che vive con la moglie e i figli minori. Ha spiegato di aver intrapreso l’attività di spaccio perché senza lavoro

Ieri, i poliziotti del Commissariato Chiavari hanno denunciato un 32enne ecuadoriano per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.

L’uomo, da qualche tempo, aveva avviato una piccola attività di cessione di droghe “leggere” che però non era passata inosservata ai residenti della zona i quali hanno allertato i poliziotti del Commissariato. Ieri sera, dopo un lungo appostamento, gli agenti hanno proceduto alla perquisizione domiciliare del 32enne rinvenendo e sequestrando due arbanelle in vetro ed un involucro contenenti marijuana, per un peso complessivo di circa 60 grammi, un bilancino di precisione e alcuni fogli “contabili” riportanti nominativi e relativi importi. Il giovane che vive nell’appartamento con moglie e figli minori, ha ammesso l’attività illecita e ha provato a giustificarsi col fatto che è privo di occupazione lavorativa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: