Rapina con spaccata alla gioielleria Cicala di Pegli

Auto lanciata quattro o cinque volte contro la vetrina blindata, che è andata in mille pezzi

Sul posto, in via Martiri della Libertà, è arrivata la polizia che sta facendo rilievi. Il proprietario, Antonio Cicala, è con i poliziotti all’interno dell’esercizio commerciale per quantificare l’entità del valore delle cose rubate. Ingenti anche i danni. È successo poco prima delle 4:30.
Cicala non abita molto lontano e, racconta, si è precipitato in gioielleria, ma i malviventi erano già fuggiti.

L’auto è una Lada Niva, un pesantissimo suv vecchio modello di fabbricazione russa, ma molto usato anche in Italia negli anni Novanta e Duemila. I malviventi si sono preparati il colpo e hanno chiuso le strade spostando dei cassonetti fino a inibire il transito. Quindi hanno sfondato la vetrina con ripetuti e forti colpi in retromarcia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: