In evidenza 

Dpcm Covid, tra le ipotesi il divieto di movida e la chiusura dei locali alle 24

Il governo lavora per rafforzare lo smart working e per chiusure localizzate tempestive. Non sono escluse regole restrittive sulla portata di passeggeri dei trasporti pubblici e sugli orari dei locali. La chiusura a mezzanotte “salverebbe” i ristoranti

Pare che l’esecutivo stia anche cercando di stringere i tempi: prova ad anticipare a lunedì il provvedimento, annunciato per mercoledì, 15 ottobre. Sembra quasi certo il giro di vite contro gli assembramento, feste di matrimonio troppo affollate, ma anche “divieto di movida”, cioè di stare per strada a consumare alcolici.

Intanto Massimo Galli, professore ordinario di Malattie Infettive nell’Università di Milano e direttore del dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche dell’ospedale Sacco, in un tweet dichiara: Per evitare che la situazione sfugga di mano, tocca adottare misure significative. Va ricordato che in Francia, Spagna e Regno Unito si attuano già lockdown. Minimizzare dicendo che i malati sono pochi e meno gravi non aiuta, ma causa confusione sugli obiettivi, creando false illusioni>.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: