Covid: 6 nuovi casi positivi in Liguria, 3 a Genova

Intanto il presidente della Regione Giovanni Toti gioca alla roulette elettorale: non ripristina il distanziamento sui mezzi di trasporto pubblico come vorrebbe un ordinanza del ministero della Salute promulgata dopo la crescita dei dei casi. Se i casi si moltiplicassero, si giocherebbe buona parte del vantaggio alle urne che attualmente ha rispetto alla sinistra

I 6 nuovi casi positivi di oggi si riferiscono: – 2 alla ASL 2 Savonese – 1 alla ASL 5 Spezzina – 3 alla ASL 3 Genovese non riferibili a cluster particolari. Non si sono registrati decessi.

Il cluster di Savona risulta circoscritto e in fase di esaurimento e anche oggi  non si rilevano nuovi casi positivi.

La questione “distanze di sicurezza” è un azzardo del presidente della Regione. Per carità, non ci spingiamo certo nel campo sanitario (persino gli infettivologi si spaccano, spesso affrontandosi in diretta Tv o a colpi di dichiarazioni a mezzo stampa, ma una previsione univoca con supporto scientifico non c’è): parliamo dell’azzardo elettorale. Toti ha scelto di non applicare in Liguria il ritorno alle distanze di sicurezza deciso dal ministero della Salute alla luce del moltiplicarsi del numero dei casi in Italia. La stessa Liguria ha superato l’indice di contagio 1, triplicando gli infetti in una manciata di giorni. Toti, però, rinnovando le sue vecchie ordinanze, conferma che in Liguria si viaggia come se nulla fosse. Ogni giorno ci arrivano da bus e treni decine di segnalazioni di mezzi affollati dove viaggiano tante persone che non usano la mascherina come sarebbe obbligatorio fare. Praticamente impossibile controllare ovunque il rispetto della regola.
Il ritorno al distanziamento del Governo punta ad abbattere i rischi ma, per contro, crea difficoltà al trasporto pubblico che con i posti dimezzati non basterebbe a soddisfare le esigenze dei cittadini, che siano turisti o pendolari.
Fatto sta che, se i contagi si dovessero moltiplicare, sarebbe difficile per Toti giustificare la sua scelta a un mese e mezzo dalle elezioni. Sul tema infuriano già le polemiche tra Pd e Presidente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: