Annunci
Ultime notizie di cronaca

Treni, la Caienna dei genovesi: ritardi fino a 196 minuti e cancellazioni

Frecciabianca da Roma stasera in ritardo di più di tre ore, stamattina ritardi “per condizioni meteo avverse” ampiamente previste. Cancellazioni, guasti e imprevisti a raffica. Trenitalia: non sai quando parti, non sai quando arrivi. Escursus tra le bacheche dei forzati della ferrovia

Alessandro Terrile

(Avvocato, consigliere Pd in consiglio comunale)

GRAND TOUR
Mettiamo che un genovese debba andare a Roma venerdì 13 dicembre.
C’è sciopero dei voli.
Prende il treno Freccia Argento delle 6.10, ma c’è un guasto su un altro treno sulla linea.
Arriva a Roma Tiburtina con 45 minuti di ritardo.
Al pomeriggio prende un treno Freccia Bianca per tornare a Genova.
Poco dopo Civitavecchia un guasto alla tensione aerea ferma il treno.
E dopo un’ora di sosta per verifiche, viene accertato che il treno non può proseguire. Una nuova locomotiva lo riporterà a Civitavecchia.
Poi si vedrà.
Partire da Genova è un po’ un viaggio nel tempo. Non bisogna avere fretta, come Goethe quando faceva il Grand Tour.

Giacomo Montanari

(Storico dell’arte)

Il disagio è qualcosa con cui qualsiasi utente della rete ferroviaria italiana deve prendere la debita confidenza.
Per tanti motivi che – in un triennio da pendolare su tratta media (100km) – ho già avuto modo di far presenti più volte.
C’è però un disagio anche imprevisto e imprevedibile: è il caso di oggi. Corro in stazione per prendere l’IC delle 14.19 Genova-Milano.
Cancellato.
Così.
Chiedo spiegazioni: problemi tecnici lo hanno bloccato a Pisa.
Imprevisto. Ci sta.
Quello che non ci sta è quanto segue: perché il primo treno POSSIBILE IN CARTELLONE che collega Genova e Milano è il regionale delle 15.44, cioè UN’ORA E MEZZA DOPO
Ma lo vogliamo capire che un’ora e mezza della vita della gente è UN SACCO DI TEMPO?
Insomma, se un guasto è spesso imprevedibile, non è possibile pensare che non ci sia – tra due capoluoghi di questo livello – almeno un convoglio all’ora su tutto l’arco della giornata.
ED È IL MINIMO SINDACALE PER RITENERCI IN GRADO DI POTER ESSERE UNA CITTÀ DI PRIMO PIANO A LIVELLO ITALIANO.

Walter Massa

(Arci Liguria)

Il treno Genova Roma frecciargento delle 6.10 era perfetto. Ovviamente perfetto nell’attuale disastrosa situazione dei collegamenti della nostra regione con il resto del mondo. Era perfetto ma l’unico che ti faceva pensare di vivere in Europa e non in Marocco dove, tra 10 anni staranno comunque meglio di noi.
Tanto che pareva quasi un lusso.
Ma dalla settimana prossima pare partirà alle 5.53. Perché piuttosto che farci arrivare alle 10 a Roma (che lusso), almeno una volta al giorno, non riuscendo a far rallentare o partire dopo gli altri treni delle altre regioni, anticipano di quasi 20 minuti quell’unico treno normale.
Ora c’è solo da sperare che l’offerta di Trenitalia e Italo di Piemonte, Lombardia, Toscana e altre regioni adiacenti non aumenti sennò la prossima partenza del Frecciargento sarà piazzata tra le 4.30 e le 5.15 del mattino. Nel frattempo tra poco ci sarà il volo Genova New York e in Piazza De Ferrari si continua a festeggiare come nei migliori film di Vanzina.

(Giornalista)

Valentina Jannaccone

(Pubbliche relazioni)

Matteo Macor

(Giornalista)

Silvano Balestreri

(Giornalista)

Alessandro Palmesino

(Giornalista)

Oggi nevica nel Nord Italia. Lo si sapeva da giorni, che oggi sarebbe nevicato in Nord Italia. Oggi il treno Intercity da Milano a Genova era in ritardo di 45 minuti per “condizioni meteo avverse”. Cara Trenitalia, l’Italia non è la Namibia: è NORMALE che d’inverno nel Nord Italia nevichi. Non sono “condizioni meteo avverse” (che poi in inglese è “severe conditions”, ancora peggio).

Serena Bertolucci

(Direttore di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura)

La situazione a Principe alle 19

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: