Folla in piazza a 76 anni dalla deportazione degli ebrei per affermare che non c’è futuro senza memoria

Organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio, dalla comunità ebraica di Genova, dal Centro Culturale Primo Levi. Ha partecipato talmente tanta gente che in molti non sono riusciti ad entrare nella sinagoga di via Bertora e hanno seguito l’incontro da un maxi schermo esterno

Alla marcia hanno partecipato moltissimi genovesi di ogni età per ricordare il razzismo di ieri e per riaffermare le ragioni della convivenza tra popoli e fedi diverse. Per ricordare che non c’è futuro senza memoria e che non si possono mettere sullo stesso piano vittime e carnefici. Una risposta forte della città a chi vorrebbe venir meno a questi due principi della nostra Repubblica, della nostra Costituzione, della nostra democrazia.


Anniversario della deportazione degli ebrei genovesi: il 3 novembre 1943, con un agguato dentro la sinagoga, iniziò la deportazione degli ebrei genovesi: furono arrestate circa venti persone, ed altri arresti seguirono nei giorni immediatamente successivi. In tutto furono deportate 261 persone, e fra queste furono solo venti i sopravvissuti.

A 76 anni da quei tragici fatti, la Comunità ebraica di Genova, la Comunità di Sant’Egidio, il Centro Culturale Primo Levi hanno organizzato la marcia della memoria, per ricordare una delle pagine più nere della vita della città.

Dopo la marcia silenziosa da Galleria Mazzini, dove sono intervenuti Fernanda Contri e Piero Dello Strologo, nella Sinagoga di via Bertona sono intervenuti il rabbino capo di Genova Giuseppe Momigliano, il presidente della Comunità Ebraica di Genova Ariel dello Strologo, l’assessore al Comune di Genova Pietro Picciocchi, a nome della Comunità di Sant’Egidio Andrea Chiappori. C’era talmente tanta gente che in molti non hanno trovato spazio dentro l’edificio sacro e hanno seguito l’incontro su un maxi schermo esterno. Alla manifestazione hanno dato la propria adesione, tra gli altri, Cgil e Uil. Ha partecipato il coro Shlomot. In rappresentanza del Municipio Centro Est ha partecipato il consigliere Marco Ghisolfo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: