Stamattina alla Borsa Valori la nuova storia della scoperta dell’America

Luisa D’Arienzo, esperta colombiana, rivaluta il ruolo dei banchieri genovesi nel finanziare i viaggi di Colombo. Eh sì, secondo la ricostruzione della professoressa universitaria ordinaria di Paleografia all’Università di Cagliari la spedizione verso le Indie non l’avrebbe finanziata la Spagna come si crede comunemente, ma a investire sarebbero stati i proprio i nostri antichi concittadini

Nella Sala delle Grida con Odone e Attanasio anche il Duca di Veragua, discendente del grande navigatore

Sarà un vero proprio evento nell’evento quello che Camera di Commercio di Genova e Aeroporto Cristoforo Colombo organizzeranno domani alle 10.30 – in concomitanza con l’apertura dei Rolli Days e nel quadro delle Colombiane – nella Sala delle Grida del Palazzo della Borsa. La professoressa Luisa D’Arienzo, esperta colombiana riconosciuta e ordinaria di paleografia e diplomatica all’Università di Cagliari, racconterà ad appassionati di storia, studenti e visitatori il risultato delle sue recenti ricerche sul contributo economico che le grandi famiglie genovesi diedero nella scoperta dell’America. Un ruolo che esce rivalutato dalla lettura di nuovi documenti emersi dagli archivi vaticani, portoghesi e spagnoli. Luisa D’Arienzo è autrice, nell’ambito della Nuova Raccolta Colombiana, di un volume in cui si getta nuova luce sulla figura stessa di Cristoforo Colombo, la cui fuga dal Portogallo alla Spagna intorno al 1485 non sarebbe dovuta alla necessità di sfuggire ai creditori bensì a complotti di palazzo in cui era implicata la famiglia della moglie.

La conferenza “I genovesi protagonisti della grande scoperta” ha il patrocinio di Regione Liguria e Comune di Genova e naturalmente si inserisce nel calendario ufficiale delle Celebrazioni Colombiane.  A fianco della professoressa D’Arienzo il presidente della Camera di Commercio Luigi Attanasio, il presidente dell’Aeroporto Paolo Odone e, ospite d’onore, il Duca di Veragua Don Cristobal Colòn, discendente del grande navigatore e ospite del Comune di Genova.

“Con questo incontro – commenta il presidente della Camera di Commercio Luigi Attanasio – vogliamo arricchire la proposta culturale genovese in un momento di grande fermento come quello dei Rolli Days, che quest’anno cadono nei giorni delle Celebrazioni Colombiane, e mettere ancora una volta Genova e la sua storia sotto i riflettori”

“Da parte nostra – continua il presidente dell’Aeroporto di Genova Paolo Odone – si tratta di un omaggio al grande navigatore, di cui il nostro aeroporto porta il nome, e alle grandi famiglie che hanno fatto la storia di Genova, del vecchio e del nuovo mondo. Quelle stesse famiglie che poco dopo la scoperta avrebbero costruito i palazzi di Strada Nuova e successivamente inventato il sistema dei Rolli”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: