Annunci
Ultime notizie di cronaca

“Tra il bene e il male”, ensemble di archi de “L’Accademia del Chiostro”

Appuntamento venerdì 27 settembre alle 20,30 nella chiesa di Santa Zita

L’appuntamento di venerdì 27 settembre alle ore 20,30 (con ingresso libero) intitolato “Tra il bene e il male” presso la Chiesa di Santa Zita a Genova vede in programma: J.S. Bach, aria da Suite per orchestra n. 3 in RE maggiore; G.F. Haendel, arie dal Messiah; W.A.Mozart, cori dal Requiem; Luigi Boccherini, III movimento dalla Sinfonia “La casa del diavolo”; G. Puccini, Salve Regina; N. Paganini, Cantabile. Con le musiche eseguite dall’Ensemble di archi dell’Accademia del Chiostro (direttore Massimo Vivaldi)e le letture a cura di Eugenia Accame e Raffaele Caruso (Zuccherarte), la serata vuole essere un momento di riflessione e di cultura. Il luogo scelto, la Chiesa di Santa Zita, è stata recentemente deturpata, come altri siti della città, da vandali (spesso purtroppo giovani) che sempre più sembrano disprezzare ciò che invece meriterebbe rispetto e ammirazione.

Saranno in questa occasione proprio dei giovani attori che leggeranno testi di Giorgio La Pira e di Adriano Olivetti, uomini di grande e singolare rilievo nella storia italiana del dopoguerra, entrambi per il loro impegno sociale e politico.

Tutti i brani musicali scelti ed eseguiti dall’orchestra dell’Accademia del Chiostro faranno da filo conduttore ai testi recitati. 

L’Accademia del Chiostro è un’Associazione Culturale, nata nel 1991 dalla violoncellista genovese Donatella Ferraris, che si prefigge di promuovere iniziative diverse che portino ad una maggior divulgazione del fatto musica.

I collaboratori di questa associazione sono musicisti che si propongono di affrontare i repertori delle varie epoche alla luce di una consolidata prassi filologica. Consci del fatto che gli strumenti oggi in uso tradizionalmente per la musica “classica” sono, in realtà, concepiti per l’esecuzione del repertorio dal tardo ‘800 in poi, essi hanno intrapreso (tramite lo studio di trattati, carteggi epistolari, fonti iconografiche di ogni epoca) lunghi studi che permettono di restituire ad ogni brano, dal Rinascimento ai giorni nostri, una veste viva ed “autentica”. Tutto questo tramite l’uso di strumenti originali o copie di essi (differenziati in base ad epoche ed aree geografiche) e con adeguate prassi esecutive.

Ha partecipato a diversi importanti eventi quali il Festival Internazionale di poesia di Genova (a partire dal 1995), il Festival Musicale della Savoia, il Festival di Musica Antica a Magnano, il Festival delle Arti a Nyon, il Festival di Spoleto, i Concerti in Sala Dante (a cura della Società dei Concerti di La Spezia), Piemonte in Musica, i Concerti del Centro Storico del Finale*, il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo, Avventure nell’Arte di Genova. Cura dal 1997 la rassegna “Musica nei Musei e non solo…”®. Ha effettuato diverse incisioni discografiche per le case Bongiovanni, Edipam, Devega.

Programma

J.S. BACH (1685 – 1750) Aria da Suite per orchestra n. 3 in RE magg.

G.F. HAENDEL (1685 – 1759) For behold…/The people… da The Messiah

W.A. MOZART (1756 – 1791) Rex tremendae majestatis/Confutatis maledictis da Requiem

L. BOCCHERINI (1743 – 1805) III movimento dalla Sinfonia detta La casa del diavolo

G. PUCCINI (1858 – 1924) Salve Regina

N. PAGANINI (1782 – 1840) Cantabile

ANONIMO/R. DE VAQUEIRAS Lauda “Gloria in Cielo…”/Estampida “Kalenda Maya”

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: