L’uomo trovato morto nei laghetti di Nervi sarebbe un 56enne del levante Genovese

Viveva da solo ed era disoccupato l’uomo che sembra ormai stato identificato, grazie a un vicino di casa

Si tratterebbe di Emanuele Alacqua, 56 anni. Un vicino ha sentito che non si conosceva l’identità del cadavere ritrovato ai laghetti, ha capito che Emanuele non tornava a casa e ha pensato di chiamare la polizia. I suoi sospetti erano fondati: si trattava proprio dell’uomo. Vivendo da solo, nessuno ha fatto caso alla sua scomparsa, non avendo un lavoro nessun collega o principale ha potuto notarne la scomparsa. Alla polizia, una volta identificato con certezza il corpo, non è rimasto che avvisare i parenti più vicini. Uno di questi è un cugino che abita proprio in via Mulinetti di Nervi, la strada per cui si deve passare per arrivare ai laghetti.
La morte sarebbe avvenuta per cause naturali. Forse Alacqua ha battuto la testa in seguito a un malore o è scivolato: il luogo è impervio. Poi il suo corpo è finito nel laghetto dove è rimasto a lungo fino a quando è stato avvisato dagli escursionisti che hanno chiamato il 112. Il magistrato ha comunque deciso di far effettuare l’autopsia che domani metterà in atto il medico legale. L’esame autoptico potrà dare certezze sulla causa della morte.

Il laghetto dove è stato trovato il cadavere. Video di Dario Di Giorgi. Sotto il luogo da cui Alacqua potrebbe essere caduto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: