Ponte Morandi 

Autostrade, via ai contributi alle imprese della zona arancione su richiesta del Comune

L’intervento ha l’obiettivo di supportare le attività commerciali in situazione di sofferenza a causa delle modifiche alla viabilità ordinaria per la realizzazione del nuovo viadotto – in particolare a seguito della chiusura dell’importante strada di collegamento via Fillak – fino al 30 aprile 2020, data prevista dalla struttura Commissariale per la riapertura di tutte le strade di collegamento tra i Quartieri di Certosa e Sampierdarena

A seguito dell’incontro tenutosi stamane presso il Comune di Genova tra il commissario straordinario Bucci, l’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Tomasi e l’assessore al bilancio e patrimonio del Comune Piciocchi, Autostrade per l’Italia ha deciso di dare il via ai contributi economici a favore di attività commerciali, artigiani ed imprese situate nella cosiddetta Zona Arancione interessata dai cantieri, così come perimetrata dalla struttura Commissariale

Le modalità di erogazione dei contributi – aggiornate alla luce delle condizioni di progressivo miglioramento rispetto alla situazione a valle del 14 agosto – ricalcheranno quelle già impiegate nelle due tranches precedenti, effettuate a partire da settembre 2018 e proseguite fino a metà febbraio 2019. L’importo complessivo stimato e le modalità di definizione dei contributi sono state condivise con la struttura Commissariale.

Per gestire le richieste di contributo e incontrare di persona imprenditori, commercianti e artigiani interessati, il personale di Autostrade per l’Italia sarà presente presso la scuola Caffaro di via Gaz nelle giornate di martedì 30 luglio, mercoledì 31 e giovedì 1 agosto dalle 9,30 alle 18,00 e la settimana successiva nelle giornate di martedì 6 e mercoledì 7 agosto. Il coordinatore delle attività sarà l’Ing. Massimo Iossa.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: