Cronaca 

Sant’Egidio: un numero amico per gli anziani contro caldo e solitudine

La comunità attiva spazi di ristoro in tutti i quartieri e lancia un appello alla città

<Il caldo eccessivo – che si prevede torni a colpire il Paese in questi giorni – è un disagio per tutti, a partire da chi resta in città. Ma diventa un grave rischio per la popolazione anziana, in particolare per chi vive da solo> lo dicono alla Comunità di Sant’Egidio che, di fronte alle ondate di calore previste per le prossime settimane attiva tutti i suo membri (dai disabili che apriranno agli anziani le aule della scuola di pittura, ai bambini che li accoglieranno nella sede della Scuola della Pace fino ai nuovi europei e i rifugiati che aiuteranno nell’accoglienza)  per rafforzare la rete di prossimità per gli anziani soli chiede alle istituzioni di adoperarsi al massimo per ridurre i pericoli per la salute di chi è avanti con l’età. L’appello è anche a tutti i cittadini: <Occorre prestare attenzione alle situazioni di disagio dei propri vicini di casa, come di ogni persona anziana che si vede in difficoltà, segnalando i casi e aiutando direttamente. Spesso più che il caldo è l’isolamento sociale a fare vittime>.

A partire da lunedì 15 luglio è attivo a Genova il numero “Emergenza caldo” 345.9917874: dalle ore 8 alle ore 19.30 sarò possibile chiedere aiuto, segnalare anziani in difficoltà, chiedere informazioni e contatti per il supporto ad anziani fragili. Dalle 19.30 alle 8, sarà possibile lasciare un messaggio sulla segreteria telefonica.

I volontari di Sant’Egidio apriranno ogni settimana fino a fine agosto spazi freschi ed accoglienti in tutte le zone della città in cui gli anziani troveranno ristoro e amicizia:

Bolzaneto: Chiesa San Francesco, sala parrocchiale (venerdì dalle ore 17 alle 19);

Centro: piazza della Nunziata 4, sala dei Terziari (mercoledì dalle 17 alle 19);

CEP: via della Benedicta, locali parrocchiali (lunedì dalle ore 17 alle 19);

Cornigliano: via Gattorno, 14 (venerdì dalle 16.30 alle 18.30);

Foce: Chiesa del Rimedio, sala parrocchiale via Odessa (mercoledì dalle 16.30 alle 19);

Sampierdarena: via Stennio, 4 (giovedì dalle 16.30 alle 18.30);

Val Bisagno: Istituto Doria, via Struppa 150, salone delle feste (lunedì dalle 17 alle 19).

Inoltre, i volontari di Sant’Egidio e il programma “Viva gli anziani” organizzeranno incontri  di formazione dal titolo “Gli anziani e i rischi del caldo e della solitudine”, rivolti ad assistenti familiari, sulle quali occorre investire molto, perché, spesso, hanno un ruolo centrale nell’assistenza e nella cura alle persone fragili.

In tanti anni di vicinanza e attenzione ai problemi degli anziani, Sant’Egidio ha costruito, anche con il programma “Viva gli anziani!”, reti solidali e di monitoraggio della popolazione che sono servite non solo ad allargare la solidarietà ma a diminuire la mortalità e l’ospedalizzazione.

<Partiamo dai gesti concreti che ognuno di noi può fare – dicono alla Comunità di Sant’Egidio -. Accorgiamoci degli anziani in questi giorni di gran caldo, fermiamoci di fronte alle situazioni di disagio, suoniamo il campanello di un nostro vicino per sapere come sta: una visita, a volte, può salvare una vita. È ora di ricostruire intorno agli anziani una rete di rapporti, vicinato, volontariato, impegno per il bene comune, che sia garanzia di vita per chi è avanti con gli anni. Ma alla fine per noi stessi, per tutti>.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: