Arpal, allerta meteo in esaurimento. Ma oggi ancora neve, grandine e pioggia

Prosegue la fase di maltempo sulla Liguria con l’allerta gialla per neve, sulla zona D fino alle 8 di domani, domenica 3 febbraio e fino a mezzanotte di oggi nei comuni interni della zona B e la zona E. A mezzanotte termina anche l’allerta gialla per piogge diffuse su tutti i bacini della zona C. Lo spiegano all’Arpal.

La nevicata di oggi a Tiglieto – Video di Andrea Ferrando

A inizio serata le precipitazioni sono quasi assenti dal territorio regionale dopo che la pioggia è state abbastanza distribuita, con qualche picco sul settore centrale e sull’estremo Levante della regione. Ci sono stati episodi temporaleschi, anche con grandinate significative (in particolare tra il Ponente genovese e la Val Polcevera ma anche a Quiliano, nel savonese e nel Tigullio): si è trattato di brevi fenomeni se si pensa che la cumulata massima in un’ora è stata di 14.6 millimetri a Genova Pegli. Dalla mezzanotte Mignanego (Genova) con 47 millimetri e Cembrano (La Spezia) con 46.6 sono state le stazioni in territorio ligure con maggior accumulo mentre, sulle 24 ore, il Passo del Cerreto, in territorio toscano, ha segnato 202.8 millimetri. Sempre sulle 24 ore queste le cumulate massime per provincia: Cabanne (Genova) 187.6, Montalto Ligure(Imperia) 139.6, Scurtabò (La Spezia) 163, Testico (Savona) 142.6. Dopo gli innalzamenti della serata e della notte, i livelli idrometrici dei corsi d’acqua a Levante sono andati scendendo lentamente.

Da segnalare poi ancora episodi di gelicidio e la neve (sotto forma anche di temporali nevosi) che, ad esempio, alla stazione di Monte Settepani (Savona) ha accumulato altri 11 centimetri. I fenomeni sono proseguiti anche nel pomeriggio e hanno interessato le zone appenniniche ma anche l’entroterra imperiese, andandosi poi lentamente attenuandosi..

Venti settentrionali, moderati o forti con raffiche a 99 km/h a Casoni di Suvero (La Spezia)e 81.4 a Fontana Fresca(Genova) mentre il mare, alla boa di Capo Mele, è molto mosso con temperatura dell’acqua di 13.6 gradi.
Per quanto riguarda le temperature minime da segnalare i -3.6 di Calizzano (Savona) e Poggio Fearza (Imperia), i -2.0 di Monte Pennello (Genova), i -0.4 di Casoni di Suvero (La Spezia).

Le massime hanno visto Levanto toccare i 16.3 (in generale i valori più alti si sono registrati a Levante) mentre, nell’imperiese, Sanremo ha toccato 12.3, nel savonese Alassio 10.5 e in provincia di Genova Cavi di Lavagna 14.6.

Ecco minime e massime nelle stazioni di riferimento delle città capoluogo di provincia:

Genova Centro Funzionale 5.8-14.0
Savona Istituto Nautico 4.1-6.6
Imperia Osservatorio Meteo Sismico 7.6-10.1
La Spezia 8.1-13.2

Ecco le previsioni per i prossimi giorni del Centro Meteo Arpal:

DOMANI, DOMENICA 3 FEBBRAIO: Il sistema depressionario muove lentamente verso Sud-Est. In mattinata permarranno condizioni di cielo coperto con residue deboli precipitazioni sparse; lento miglioramento nel corso della giornata a partire da Ponente con esaurimento dei fenomeni e qualche schiarita la sera
Venti: tendenti a disporsi ovunque da Nord, Nord Est inizialmente deboli o moderati, in rinforzo fino a burrasca, con locali raffiche fino a 80/100 km/h
Mare: mosso o molto mosso sotto costa. Agitato al largo e localmente a Ovest di Capo Mele
Umidità: su valori medio-alti
Segnalazioni di protezione civile: temporali, neve, vento, mare e disagio per freddo
Temperature minime stazionarie, massime in diminuzione

DOPODOMANI, LUNEDI’ 4 FEBBRAIO: Un flusso da Nord determina una rapida diminuzione della nuvolosità con cielo generalmente poco nuvoloso su tutta la regione. Temporanei addensamenti nelle prime ore e in serata
Venti: al mattino forti o localmente di burrasca da Nord o Nord Est, in lento calo fino a moderati o forti
Mare: inizialmente mosso sotto costa, agitato al largo con locali sconfinamenti a Ponente. In progressivo calo fino a generalmente poco mosso o mosso
Umidità: su valori medi
Segnalazioni di protezione civile: mare, vento e disagio per freddo
Temperature minime in diminuzione, massime stazionarie

Nell’immagine lo scatto del satellite all’infrarosso sul Mediterraneo delle 19.30 e la cartina con la distribuzione della pioggia sulle 24 ore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: